loading

Gender and Mediterranean diet: impact on health during financial crisis

Luogo : Modena, italy, Europe
Food consumption patterns: diet, environment, society, economy and health Food consumption patterns: diet, environment, society, economy and health
Budget totale: € 40,00 | Periodo: Da gennaio 2015 A

Sintesi

La crisi economica sta cambiando le abitudini alimentari con maggior ricorso al junk food, riduzione dell’attività fisica,aumento di obesità e diabete.Una delle cause dell’obesità sarebbe l’abbandono della dieta mediterranea, considerata alimentazione ad alto costo. Le donne coprono una posizione leader nella società, per il loro ruolo produttivo-riproduttivo, di utenti del sistema sanitario, responsabili dell’educazione alimentare della famiglia.Oggi il loro profilo di rischio cardiovascolare è peggiorato e l’infarto rappresenta la causa di morte n.1. Il progetto si propone di valutare le differenze di genere in termini di obesità, stile di vita,utilizzo della dieta mediterranea in Italia e in Europa attraverso una serie di interviste  della Società Internazionale di Medicina di Genere.Il fine ultimo è quello di produrre un programma formativo sulla prevenzione attraverso l’utilizzo della dieta mediterranea come modello alimentare sostenibile e a basso costo anche dal punto ambientale

Partnership

University of Modena and Reggio Emilia - Italia

Candidato guida

Offering a wide range of degree programs at the undergraduate level, right up to doctoral studies in most disciplinary areas, from the humanities and social sciences to engineering and technology, and from physical and natural sciences to medicine and life sciences.

Charitè University Hospital Berlin - Germania

Partner dell'iniziativa

Sassari's University studies - Italia

Partner dell'iniziativa

Università di studi, formazione, ricerca, assistenza sanitaria.

La donna è il perno della società e dell'educazione alimentare della famiglia.Se mangia male,si muove poco,rischia obesità e diabete trascinando tutta la famiglia a uno stile di vita non sano. pasta,olio d'oliva,vino genuino,prodotti freschi dell'orto, e frutta di stagione, con l'utilizzo di prodotti a km zero,aiutano tutta la famiglia,aiutano a consumare pasti stani intorno a una tavola,a ricreare un clima di calore,ad aiutare i contadini a riproporre prodotti sani con rispetto della satgionalità e della terra.

La medicina di genere non è la salute delle donne,ma quella disciplina che valuta l'impatto che ambiente,cultura,lavoro ,costume hanno sulla salute dell'uomo e della donna.Oggi le malattie cardiovascolarei rappresentano la prima causa di morte per la donna,essendosi aggravato il loro profilo di rischio :la donna lavora di più,ma mantiene il carico familiare, fuma, si muove meno è più stressata e ha meno tempo   per la  cura alimentare della famiglia.Riportare l'attenzione delle donne all'importanza di una sana alimentazione sostenibile,a bassa costo come è la dieta mediterranea,rappresenta un veicolo per la salute cardiovascolare, per il consumo dei cibi sani,con ricaduta sulla loro produzione,sull'agricoltura locale. Un pranzo mediterraneo gustato intorno a un desco familiare e rallegrato da un buon bicchiere di vino,ha il vantaggio di ricreare un ambiente familiare conviviale che il concetto del fast food e del cibo spazzatura sta rischiando di annientare.

La Società Internazionale di Medicina di Genere(IGM) è aperta a tutte le nazioni e ha la possibilità pertanto di analizzare le malattie di genere in diversi punti del pianeta.Personalmente ,come membro del Board ho potuto presentare dati sul rischio cardiovascolare attuale della donna  in Italia,in Svezia,in Germania,in Austria,in Israele,negli Stati Uniti,a Singapore (in occasione del X!X Congresso Asiatico di Cardiologia).Il problema comune è quello delle mutate abitudini alimentari,con incremento di obesità e diabete delle donne soprattutto delle classi sociali più povere. La spegazione sta nel fatto che  è opinione comune che una sana alimentazione,quale è la dieta mediterranea, è considerata costosa.Adattata alle abitudini alimentari delle singole società si dimostra invece a basso costo e sostenibile,utile peraltro alle risorse dell'agricoltura locale in qualsiasi punto del pianeta.

Cuore e Donna Alcuni titoli di relazioni congressuali tenute sul tema del rischio cardiovascolare nella Donna,in qualità di membro della Società Internazionale di Medicina di Genere

L'esperienza al di fuori del progetto in essere,ha permesso scambi di opinione sul tema donna,rischio cardiovascolare,alimentazione e stile di vita,ma l'impatto è attualmente tangibile solo per le persone con un certo livello culturale e di classe sociale medio-alta. Chi paga il prezzo di un cattivo stil di vita sono le persone di classe sociale bassa ,soprattutto le donne,e gli emigrati da paesi ad alto consumo di pesce,frutta e vegetali. La crisi porta a ricorrere a cibi ad alto contenuto calorico ,con aumento vertiginoso di obesità e diabete in queste fasce sociale.L'educazione a una dieta sana,come la dieta mediterranea,avrà ricadute in ambito familiare e sociale,anche perchè questa alimentazione facilita la convivialità con una diffusione a macchia d'olio di abitudini alimentari sane.

../file-system/small/doc ../file-system/small/doc Documento Siprec 20014 Il Documento della Società Italiana di Prevenzione Cariovascolare (SIPREC) ha fotografato vari aspetti dell'impatto della crisi economica sulla salute del Cuore

Gli effettivi beneficiari sono le donne che stanno abbandonando lo stile di vita sano,prese sempre di più dal lavoro,dal peso del carico familiare, che oggi va dai figli,ai nipoti agli anziani. E se le donne delle diverse fasce sociali recepiscono i vantaggi in termini di salute,economici e sociali di riadottare una sana alimentazione,che si avvalga dei prodotti dell'agricoltura locale,della stagionalità dei cibi,dei benefici che ricadono su fasce di chi opera nell'agricoltura, i benefici ricadranno sulle famiglie e sulla società

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Documento Siprec prevenzione dell'infarto nella donna Il documento da me coordinato 3 anni fa raccoglie i vari aspetti delle cause,prevenzione e aspetti peculiari del perchè è così a rischio oggi la salute della donna

Oltre alla sottoscrittaFlavia Franconi,Professore Ordinario di farmacologia presso l'Università di sassari,una delle pioniere della Medicina di Genere in Italia,attualmente Assessore alla sanità della Regione Basilicata ,autrice di vari testi sul tema.L'ultimo ,in allegato il mio capitolo,vede la coooperazione di molti esperti sul campo.Vera Regitz Zagrozek Direttore del primo Istituto di Medicina di Genere in Europa,membro,con me,e past President della Società Internazioale di Medicina di Genere,società che verrò coinvolta nella raccolta di interviste e del programma formativo per una sana alimentazione,il cui rationale verrà da me presentato al Congresso della Società che Vera R-Zagrosek organizzerà a Berlino a Settembre 2015.

../file-system/small/page ../file-system/small/page capitolo Aterosclerosi nella donna Capitolo del libro Manuale di Medicina Sesso-Genere a cura di Flavia Franconi e Giorgio Cantelli Forte

L'esperienza è in essere,il maggior rischio deriva dalla diffidenza delle donne ad essere "intervistate".Il programma va avanti

La Dieta Mediterranea rappresenta molto più che una dieta: è l’insieme di tradizioni, storia, conoscenze che accompagnano il cibo dalla produzione al consumo, attraverso la valorizzazione di alimenti tipici che permettono la tutela del territorio. Infatti, oltre all’impatto sullo stato di salute, può rappresentare l’incubatore di un modello di sviluppo attento ai fattori della sostenibilità ambientale. Il tema dell’alimentazione sostenibile restituisce la giusta centralità alla questione della salvaguardia dell’agricoltura .Infatti, il modello alimentare mediterraneo oltre ad essere salutare per le persone lo è anche per l’ambiente. Si stima in media che per ottenere 100 calorie, la dieta mediterranea provoca un impatto ambientale di circa il 60 % inferiore rispetto ad un’alimentazione di tipo nordeuropeo o nordamericano, basata in misura maggiore su carni e grassi animali, piuttosto che su vegetali e cereali.

La doppia piramide alimentare Si vede il peso degli alimenti scelti in base a valore calorico,nutritivo,beneficio sull'ambiente

L'esperienza è in essere,ma sta trovando interesse anche nel mondo maschile per una sensibilizzzazione di una fascia "speciale" di utilizzatori e formatori quale è quella degli Chef

L'esperienza è in essere,ma la metodologia viene immessa nel sito EUGen Med sviluppata dal Charitè di Berlino e sul siti della Società Intermazionale di Medicina di Genere.Se infine troverà approvazione da perte di EXPO sarà pubblicata sul sito dell'Università di Modena-Reggio Emila a cui appartengo.

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Session planning del programma EugenMed Si pianifica la partenza di questo importante data base sulle varie esperienze e sviluppo del programma EugenMed coordinato principalmente dla Charitè di Belinio