loading

THE STREETS OF RECLAMATION: SLOW ROUTES BETWEEN PAST, PRESENT AND FUTURE

Luogo : Padova, italy, Europe
Sustainable management of natural resources Sustainable management of natural resources
Budget totale: € 0,00 | Periodo: Da maggio 2014 A

Sintesi

Scoprire il paesaggio veneto disegnato dall'acqua per comprendere il ruolo fondamentale della gestione sostenibile della risorsa. Il governo delle acque salvaguardia l’equilibrio tra terra ed acqua, offrendo un'agricoltura di qualità e attività economiche ad essa connesse. Gestione come best practice per i cittadini, che diffonde una cultura di sicurezza alimentare e sviluppo sostenibile. Un “sistema di sistemi” che genera consapevolezza e soluzioni intelligenti. 

Partnership

LAG Patavino - Italia

Candidato guida

Il GAL Patavino è stato riconosciuto dalla Regione Veneto quale soggetto gestore dell'Asse 4 Leader del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013. Il Programma di Sviluppo Locale proposto con la candidatura è stato finanziato con 6.379.019,24 € provenienti dal Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale (FEASR). I settori compresi nell'attività di programmazione e sviluppo del Gal Patavino vanno dall'agricoltura al turismo, dall'artigianato ai prodotti tipici locali. Attraverso una serie di Misure del PSR, individuate per realizzare la strategia del GAL, il territorio può partecipare ai bandi del GAL per richiedere fondi europei per il miglioramento della competitività del settore agricolo, dell'ambiente e dello spazio rurale, dell'economia e della qualità della vita di residenti e visitatori.

Municipality of Padua - Italia

Partner dell'iniziativa

Attività Pianificazione urbanistica strategica per il territorio urbano e metropolitano.

veneto union reclamation - Italia

Partner dell'iniziativa

L’Unione Regionale Veneta delle Bonifiche delle Irrigazioni e dei Miglioramenti Fondiari associa e rappresenta tutti i Consorzi di bonifica che operano nel settore della difesa del suolo e della gestione delle risorse idriche. Promuove – nelle sedi istituzionali – maggiore consapevolezza del ruolo dell’attività di bonifica nell’ambito degli interventi diretti alla tutela, difesa e valorizzazione del territorio. Promuove la piena conoscenza del ruolo del consorzio, quale ente pubblico di autogoverno e di partecipazione nel quale si realizza il coordinamento fra l’interesse pubblico e l’interesse privato. Svolge ogni azione affinché la legislazione regionale rispetti i principi ed i ruoli sopraindicati individua linee di indirizzo politico programmatico. Rappresenta il settore consortile nei rapporti con la Regione, le Organizzazioni professionali agricole e ogni altra istituzione la cui attività presenti rilevanza per il settore consortile. L’Unione fa parte dell’Associazione Nazionale delle bonifiche, la quale – in sede nazionale – persegue gli stessi scopi ed assolve le medesime funzioni. UVB attiva e sviluppa un sistema di alleanze esterne, contatti e sinergie con soggetti pubblici e privati coinvolti nella gestione del territorio regionale per la realizzazione di progettualità comuni e per diffondere la conoscenza del territorio. UVB mette in rete risorse, competenze e capacità degli associati, promuove il coordinamento delle loro attività, crea e sviluppa progetti e fornisce servizi di comunicazione, formazione, organizzazione e gestione.

Scoprire il paesaggio veneto disegnato dall'acqua per comprendere il ruolo fondamentale della gestione sostenibile della risorsa. Il territorio in oggetto è il risultato di un incessante lavoro di bonifica idraulica ed irrigua, che ha definito nel corso dei secoli un importante sistema economico, sociale ed ambientale. La raffinata opera di governo delle acque permette ancor oggi di salvaguardare il delicato ma fondamentale equilibrio tra gli elementi vitali terra ed acqua, offrendo le basi per un'agricoltura di qualità, ricca e diversificata, e per le attività economiche di turismo rurale ad essa connesse, sia di sfondo culturale (storico-architettonico-paesaggistico) che enogastronomico. La diffusione di tale cultura del territorio e la sua valorizzazione in chiave di sicurezza alimentare passano sicuramente anche attraverso questo progetto, che mantiene, come orizzonte finale cui tendere passo dopo passo, il contrasto ai cambiamenti climatici e alla scarsità delle risorse naturali.

L’innovazione si legge attraverso una governance del territorio che, valorizzando i benefici derivanti dalla bonifica, ha saputo integrare diversi sistemi di gestione sostenibile delle risorse naturali, in primis acqua e terra.
Le Vie della Bonifica, nate mediante itinerari sviluppati da GAL, UVB, Amministrazioni Locali, e mediante promozione dei prodotti attraverso attività economiche ad essi dedicati, hanno reso possibile la nascita di un “sistema di sistemi”, fonte di sostenibilità economica, di sviluppo locale e d’occupazione. Si è sviluppato un approccio “attento” all’uso, alla preservazione e alla gestione smart della risorsa, per beneficiarne nel lungo periodo, aprendo il territorio al turismo e ai differenti linguaggi culturali, pur mantenendo le singole identità. Tale “sistema di sistemi” rappresenta la struttura innovativa per un'agricoltura sostenibile ed una sicurezza alimentare che genera consapevolezza e stimola soluzioni di natura sociale, economica ed ambientale.

Anello fluviale di Padova Percorsi nella cintura urbana di Padova. Le bellezze attorno alle vie d’acqua della Città e a quelle extraurbane, tra natura, cultura e tradizioni. Da “Percorsi Rurali”, Provincia di Padova e CCIAA
La Destra Brenta Padovana Natura, sport, stili di vita sani e sana alimentazione sono il mix di possibilità che nasce attorno a questi percorsi, in cui tradizione e verde si fondono per il benessere dei cittadini e dello user potenziale. Da “Percorsi Rurali”, Provincia di Padova e CCIAA
Lungo i canali Battaglia e Vigenzone Promozione dei territori della campagna per la valorizzazione del territorio come attrattiva turistica e diffusione di stili di vita sani e legati alla cultura rurale e l’arte. Da “Percorsi Rurali”, Provincia di Padova e CCIAA
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Sistema Itinerari Raggruppa il concept di progetto, la mappa complessiva degli itinerari a scala regionale e la cartografia dei singoli itinerari sviluppati.

Il territorio veneto, dal clima generalmente temperato, è morfologicamente molto vario e ricco di corsi d'acqua, che rendono la sua pianura una delle zone europee più fertili. Essendo in passato per lo più paludosa, vanta però una complessa storia di bonifica, dai frati Benedettini nel Medioevo, fino all'istituzione rinascimentale del Consorzio. Oggi la rete Consorzi di Bonifica, che gestisce il 64% del territorio, rende possibile una fiorente attività agricola che, leader nella produzione di mais e soia e notevole nell'arboricoltura, risulta  trainante per industria e turismo e generatrice di economie collaterali con i prodotti agricoli (raccolta/distribuzione e vendita diretta). La trasformazione da palude a terra coltivabile ha creato una vera identità rurale della regione, cui si è poi sovrapposta, a seguito di dinamiche sociali di trasformazione, una struttura d'insediamento antropico a bassa densità, caratterizzando la “città diffusa”, tuttora pienamente leggibile.

La risorsa acqua Il racconto della bonifica veneta fa emergere il ruolo dell'acqua per il paesaggio e i suoi cittadini. Il governo delle acque e gli itinerari lungo le antiche vie della bonifica diventano, attraverso il progetto, vera e propria fonte d’attrattiva: un territorio tutto da gustare, in maniera sana e sostenibile. Intervista Direttore Unione Veneta Bonifiche
Lavoro dei Consorzi in numeri Cos'è un Consorzio di bonifica e cosa fa? Ce lo racconta questo video: sicurezza idraulica, ambiente, irrigazione, fonti rinnovabili e non solo. Realizzazione video a cura di Ufficio Comunicazione UVB
../file-system/small/doc ../file-system/small/doc Il governo delle acque Descrizione dell'importante funzione che i Consorzi di Bonifica sono chiamati a svolgere per la tutela e la valorizzazione del territorio e degli ecosistemi ambientali, recependo le indicazioni fornite dalla normativa regionale, nazionale e comunitaria.
../file-system/small/doc ../file-system/small/doc Storia della navigazione fluviale Breve storia del ruolo della navigazione fluviale nel contesto veneto e le testimonianze attuali, come il Museo della Navigazione Fluviale di Battaglia Terme (PD).

La gestione della risorsa acqua attraverso la bonifica crea le basi per l'internazionalizzazione dei prodotti attraverso l'export agroalimentare (dal 1991 al 2012 le esportazioni di prodotti agroalimentari del Veneto sono aumentate da circa € 700 milioni ad oltre € 4,8 miliardi). I migliori acquirenti sono Germania, Regno Unito e Austria e l'esportazione con la Russia è stimata per il 2018 a € 65 mln. Questi dati mettono in risalto come il “sentiment” generato dal turismo possa incidere anche nell’economia rurale, attraverso la diffusione della cultura legata al territorio: grazie anche agli itinerari messi a sistema e promossi dai progetti si registra infatti un aumento del turismo, anche interno, nel bacino di Terme Euganee e Padova, mettendo in risalto come una gestione consapevole dell’acqua, insieme a cultura, tradizione ed economia, sia motore per uno sviluppo sostenibile del territorio attraverso i propri prodotti tipici e le attività e gli itinerari proposti nei vari progetti. 

Acqua, cultura, paesaggio Illustrazione dei punti di forza del progetto integrato, basato sui principi di sostenibilità ed efficacia a lungo termine, e breve panoramica dei risultati fin qui ottenuti, in ambito di sviluppo sostenibile e sicurezza alimentare. Intervista Direttore GAL Patavino.
Dall'acqua alla gestione del territorio Contestualizzazione del progetto complessivo a partire dall'esperienza di Padova e della sua Comunità Metropolitana, che, per la valorizzazione del proprio territorio, hanno adottato una gestione innovativa del sistema dell'acqua e dello spazio agricolo. Intervista Capo Settore P. Urbanistica del Comune di Padova.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Dati Le vie della Bonifica L'impatto del sistema di sistemi: piano integrato per il territorio, i suoi abitanti (effettivi, momentanei e potenziali) e per chi lo vuole scoprire. Breve excursus di flussi turistici, bisogni, prodotti agroalimentari.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Statistiche flash settembre 2013 Dati statistici della Regione Veneto sulla distribuzione dei beni agroalimentari: mercati, import-export e vendita diretta.

Il primo beneficiario del progetto è il territorio che, grazie ad un approccio integrato di sviluppo sostenibile in relazione alla gestione della risorsa acqua, rende possibile unire più progetti e differenti soggetti, al fine di garantire una sicurezza alimentare. Questo permette di generare un equilibrio fra i bisogni del presente e quelli del futuro. Il progetto e la sua valenza integrata, interagendo direttamente con chi vive il territorio, incidono sugli stili di vita delle persone (cittadini, turisti e famiglie) generando consapevolezza e apprendimento costante anche in ottica generazionale, sia dal punto di vista economico-produttivo che alimentare. Questo fa sì che si possano implementare politiche di sviluppo basate sul rispetto del sistema ecologico territoriale, producendo un impatto reale sulla vita quotidiana e il benessere della popolazione. 

La parola ai beneficiari Per raccogliere le opinioni dei beneficiari del progetto, è stata strutturata un'indagine quali e quantitativa che ha coperto tutti i diversi target interessati. I risultati sono qui riportati attraverso due strumenti: video-interviste ed interviste-questionario. Video-interviste.
Una migliore qualità di vita Per raccogliere le opinioni dei beneficiari del progetto, è stata strutturata un'indagine quali e quantitativa che ha coperto tutti i diversi target interessati. I risultati sono qui riportati attraverso due strumenti: video-interviste ed interviste-questionario. Interviste-questionario.
Una sosta rigenerante Oltre che per i beneficiari diretti, il progetto ha avuto risonanza positiva anche in via indiretta: diverse attività economiche localizzate lungo gli itinerari, o nelle loro vicinanze, godono sicuramente di una clientela corposa, fatta delle molte persone che popolano i percorsi stessi e che in questi servizi possono fare una piacevole sosta rigenerante. Intervista ad Annamaria Cristofanon, Trattoria Monticello - Rovolon (PD)
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf I bisogni al centro Il cittadino che da vita al territorio è la molla per sviluppare un mondo di possibilità che ruotano attorno ai suoi bisogni. La progettazione integrata fra più ambiti della vita quotidiana di un territorio, Spazi, Servizi, Imprese, Governance è un grande esercizio di cittadinanza, in cui entrano in relazione persone, competenze e professioni.

Le persone coinvolte nell'iniziativa sono state molteplici. L. Margutti, Dir. GAL Patavino, è stata responsabile e capofila del progetto nell’insieme, oltre che rappresentante della partecipazione di tutti i GAL del Veneto. A. Crestani, Dir. Unione Veneta Bonifiche, con il lavoro di gestione delle acque ha reso possibile la sostenibilità dei progetti, il paesaggio fluviale e il sistema idrologico veneto.
Con F. Fabris, Capo Settore P. Urbanistica Comune di Padova, si sono completati i percorsi cicloturistici collegando la città alla campagna, in collaborazione coi Settori Verde Pubblico e Mobilità. Mirko Palmieri e Paola Bagatella, team “MPBresearch4innovation”, si sono occupati di creare un Sistema di Sistemi, dando coerenza ai vari progetti. A. Galeota, funzionario della Camera di Commercio Padova, ha illustrato i risultati di vari progetti di promozione promossi dall'Ente (percorsi Destra Brenta) alla valorizzazione del paesaggio e delle aziende agricole coinvolte. 

Men at work L’intreccio di più professionalità, più settori e differenti progetti sono la base per un sistema che metta in primo piano i bisogni dei cittadini e degli utenti potenziali del territorio. Questo rende possibile una diffusione delle buone pratiche che emergono dalla collaborazione nata per il progetto Le vie della Bonifica.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Partner e risorse umane coinvolte Schema riepilogativo dei soggetti coinvolti nel progetto e dei differenti rispettivi ruoli.

La maggiore difficoltà incontrata appare la condivisione di un’idea di sviluppo comune a più territori e condivisa da tutti i partners coinvolti. Una volta avviati i lavori, il valore aggiunto del fare squadra per mettere a sistema le progettualità espresse e realizzate da ciascun partner è stato evidente a tutti. L'efficacia, la buona resa e le ottime potenzialità che tale metodo porterà saranno evidenti in modo oggettivo una volta che il progetto di valorizzazione sarà a regime ed implementato sul campo nel periodo dell’Expo "in sintonia con le grandi tendenze di fondo della società e la propria identità” (sistema di sistemi - MPBapproach).

Multifunzionalità e innovazione Se multifunzionalità e innovazione sono stati individuati dagli studi sul territorio come elementi strategici di sviluppo (oltre che come chiave di volta per rispondere più efficacemente alla stasi economica attuale), bisogna tener conto dell'essenzialità di poter progettare in maniera integrata e collaborativa tra i diversi soggetti operanti. Intervista Capo Settore P. Urbanistica del Comune di Padova
Risorse a sistema Occhi rivolti al futuro. Si fanno emergere le difficoltà riscontrate durante il corso del progetto per integrare i servizi del territorio attraverso la messa a sistema. Nonostante ciò, tale aspetto si rivela al contempo anche ricco di potenzialità, una volta superati i primi ostacoli, anche grazie all’approccio integrato dell'MPB Approach. Intervista Direttore GAL Patavino.
Strategie d'azione Un lavoro antico che vale ancora oggi. L’opera di gestione delle acque è parametro fondamentale di sicurezza (e quindi di vita) sia per la natura, che per l’uomo. Il progetto di realizzare e promuovere gli itinerari mira a far sì che la popolazione acquisti più consapevolezza “in maniera diffusa” circa l'importanza di tale lavoro, diventando anche una buona pratica da esportare. Intervista Direttore Unione Veneta Bonifiche.

Il progetto portato avanti dai partners non presenta significativi impatti ambientali ed anzi punta a favorire lo sviluppo di una qualificata offerta turistica dei territori rurali della pianura veneta attraverso la messa a sistema di una rete di percorsi ciclo-pedonali di mobilità lenta e sostenibile.
Eventuali impatti potranno riguardare alcuni interventi di carattere strutturale  realizzati lungo gli itinerari proposti, in particolare attraverso le operazioni di ripristino e di messa in sicurezza, ove necessario, del percorso cicloturistico, orientando ad ogni modo la scelta dei materiali costruttivi in direzione ecocompatibile. Si sottolinea comunque che l’intero ambito territoriale interessato da tale progetto di valorizzazione è già attualmente servito da una rete ferroviaria di carattere regionale ed inoltre da una fitta rete di trasporti pubblici su gomma.

Opera di bonifica La gestione delle acque è fonte di vita e di nuovi modi di vivere il territorio, che sono il risultato anche di una progettazione attenta alla salvaguardia delle risorse naturali.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Relazione illustrativa Itinerario Anello Città Murate Si riporta uno stralcio di relazione illustrativa riguardante una tratta dell'Itinerario Anello Città Murate, esemplificativo dell'attenzione volta alla sostenibilità ambientale (verifica rispettivo impatto ambientale) del progetto.

La bonifica del territorio e la gestione delle acque ha negli anni portato a sviluppare sempre più attività in grado di valorizzare il territorio e le proprie caratteristiche (sia fisiche che legate alla sfera culturale, sociale, ambientale ed economica). Secondo il modello della bonifica veneta, le collaterali attività sviluppatesi nel territorio sono duplicabili e trasferibili, traslandole alla cultura di riferimento (itinerari lenti di carattere culturale, agro-paesaggistico e gastronomico) come fonte d’attrattività e di gestione sostenibile delle proprie risorse. Gli itinerari sviluppati nel tempo sono entrati nella cultura del territorio e sono parte integrante della vita sociale quotidiana oltre che fonte d’attrattività, come le attività economiche ad essi correlate. Questo rende possibile il perpetrare di buone pratiche che si traducono in stili di vita sani e in politiche legate allo sviluppo sostenibile.

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Corso Mercati Contadini Corso gratuito sui mercati contadini e la promozione dei prodotti agricoli, rivolto agli operatori del turismo rurale.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Corso Percorsi Fluviali Corso gratuito sulle strategie per il turismo lento, nello specifico per il turismo fluviale, rivolto agli operatori del turismo rurale.
../file-system/small/doc ../file-system/small/doc Geocaching nelle terre dei GAL La realizzazione di percorsi di geocaching rientra tra le attività previste nell’ambito del Progetto di Cooperazione Transnazionale Rural Emotion – REM. Obiettivo del progetto è di valorizzare le mete e gli itinerari culturali dei territori partner di progetto attraverso i personaggi illustri che, in questi territori, sono nati o vissuti o che vi hanno soggiornato lasciandone testimonianza nelle loro opere e nei loro scritti.

La comunicazione è finalizzata a trovare la relazione e l’interazione più diretta ed efficace possibile con il cittadino. In altre parole, “COMUNICARE” con il cittadino. I vari Partners si pongono come ascoltatori prima ancora che i  divulgatori propongono seminari, workshop o eventi in linea con i bisogni del territorio e dei suoi abitanti. L’uso del web è di fondamentale importanza, in particolare attraverso i social network, sempre più rilevanti per la diffusione delle notizie e della condivisione d’esperienze, che stanno alla base del percorso verso la diffusione di una cultura dello sviluppo sostenibile per una consapevole gestione delle risorse naturali. E’ fondamentale quindi la messa a sistema di ogni singola attività di informazione come fonte di opportunità di scelta per lo user potenziale del territorio.

Materiale diffusione comune Rappresentazione di materiale finalizzato alla diffusione dei servizi sostenibili e promotore della sicurezza alimentare.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Diffusione e comunicazione Oltre ai portali di informazione on line si prevede una campagna di comunicazione con flyer e volantini per promuovere incontri per la diffusione delle ricerche sul territorio e degli obiettivi Expo 2015. Tutto questo, insieme alla promozione delle buone pratiche, contribuirà alla sensibilizzazione verso la sicurezza alimentare e la sostenibilità ambientale.
../file-system/small/doc ../file-system/small/doc Fumetto nelle terre dei GAL Per valorizzare le mete e gli itinerari culturali dei territori partner di progetto sono stati utilizzati strumenti innovativi di comunicazione e promozione come la realizzazione dell’opera fumettistica “Nelle Terre dei GAL” e tramite, appunto, percorsi di geocaching.