loading

Strengthening of plant genetic resources' banks linked to the national system of genetic resources for food and agriculture

Luogo : bolivia, South America
Sustainable management of natural resources Sustainable management of natural resources
Budget totale: € 738.500,00 | Periodo: Da luglio 2004 A dicembre 2011

Sintesi

Il progetto ha concretamente rafforzato le capacità operative, produttive e di ricerca dei seguenti centri di conservazione del germoplasma:
- Banca del Germoplasma di Cereali e Leguminose del Centro Fitoecogenetico di Pairumani (CIFP), amministrato dalla Fundación Simón I. Patiño;
- Banca Nazionale del Germoplasma di Grani Alto-andini, amministrato dalla Fundación Proinpa;
- Banca Nazionale del Germoplasma di Tuberi e Radici, amministrato dalla Fundación Proinpa.

 

Partnership

Ministry of Foreign Affairs - General Directorate for Development Cooperation - Italia

Candidato guida

L’organizzazione delle attività di Cooperazione allo Sviluppo, componente essenziale della politica internazionale dell'Italia, fa parte dei compiti del Ministero degli Affari Esteri (MAE), che demanda tali attività alla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (DGCS) che è l’organo preposto ad attuare tale politica, in attuazione della legge n.49/87. La DGCS attua le linee di cooperazione e le politiche di settore nei diversi Paesi, stabilisce rapporti con le Organizzazioni Internazionali, con l’Unione Europea e con le Organizzazioni non governative; programma, elabora ed applica gli indirizzi della politica di cooperazione e le politiche di settore tra cui sanità, ambiente e sviluppo imprenditoria locale; realizza iniziative e progetti nei Pvs; effettua interventi di emergenza e fornisce aiuti alimentari; gestisce la cooperazione finanziaria e il sostegno all’imprenditoria privata e alla bilancia dei pagamenti dei Pvs; promuove e realizza la cooperazione universitaria.

PROINPA FOUNDATION - Bolivia

Partner dell'iniziativa

Impegnata nella ricerca e sviluppo dei prodotti della zona andina, con l'obiettivo di: - Promuovere la conservazione e uso sostenibile delle risorse genetiche; - Contribuire al raggiungimento della sovranità e sicurezza alimentare; - Contribuire alla competitività dei settori di priorità nazionale, in beneficio dei produttori, e del settore agro-produttivo, attraverso la ricerca e l'innovazioe tecnologica.

Genetic resources' research centre of Pairumani - Bolivia

Partner dell'iniziativa

Impegnata in ambito di ricerca e sviluppo delle risorse fitogenetiche. Creare e selezionare nuove varietà di cereali e leguminose di maglior qualità nutritiva, tolleranti a piaghe e alle avversità abiotiche quali: siccità, terreni acidi. Diffondere le varietà e tecniche sviluppate tra agricoltori e produttori locali. Conservazione delle varietà genetiche delle specie native e delle specie introdotto da vari secoli in Bolivia.

National Institute for Agricultural and Forestal Innovation - Bolivia

Partner dell'iniziativa

Istituzione decentrata di diritto pubblico: è l'autorità boliviana competente in ambito di tecnologie e politiche pubbliche relative all'innovazione agropecuaria e forestale. Competenze estese al Sistema Nazionale di Innovazione Agropecuaria e Forestale, per produrre tecnologia, stabilire le politiche pubbliche in materia di innovazione agro-zootecnica, con l'obiettivo di contribuire alla sicurezza e sovranità alimentare, oltre a gestire il settore delle risorse genetiche dell'agro-biodiversità quale patrimonio dello Stato.

Organization for Food and Agriculture of the United Nations (Bolivia) - Bolivia

Partner dell'iniziativa

Achieving food security for all is at the heart of FAO's efforts – to make sure people have regular access to enough high-quality food to lead active, healthy lives. Our three main goals are: the eradication of hunger, food insecurity and malnutrition; the elimination of poverty and the driving forward of economic and social progress for all; and, the sustainable management and utilization of natural resources, including land, water, air, climate and genetic resources for the benefit of present and future generations.

Rafforzare le banche di conservazione del germoplasma vegetale per favorire un uso sostenibile delle risorse fitogenetiche e contribuire ad aumentare i livelli di sicurezza alimentare della popolazione boliviana, migliorare la conservazione, gestione, caratterizzazione, valutazione e uso di varietà autoctone di specie coltivate e le infrastrutture adibite alla loro conservazione, aumentando la capacità operativa, produttiva e di ricerca. L'utilizzo delle migliori tecnologie disponibili, di adeguati equipaggiamenti e attrezzature e di personale formato opportunamente per eseguire le analisi e le procedure tecniche, tenendo in forte considerazione l'aspetto culturale locale necessario a garantire la sostenibilità ed efficacia dei risultati ottenuti, risultano essere elementi indispensabili per rafforzare la conservazione delle risorse fitogenetiche.

La consapevolezza della necessità di preservare le risorse fitogenetiche sta crescendo molto rapidamente in tutto il mondo. L'esperienza boliviana rappresenta un ottimo punto di partenza per successivi progetti tesi alla conservazione e all'utilizzo di risorse fitogenetiche per l'alimentazione e l'agricoltura. Il valore aggiunto del progetto è stato quello di contribuire alla classificazione, studio e catalogazione del germoplasma di diverse specie autoctone della Bolivia (grani alto-andini: quinoa, amaranto, oca, papalisa, isaño) e di altre specie di cui il Paese è particolarmente ricco in termini di varietà (patata: 2.600 varietà registrate e classificate nelle Banche del Germoplasma partner del progetto). In questo senso, anche in termini di sicurezza alimentare e conservazione della biodiversità, l'accento va posto sulla componente di rafforzamento delle capacità di conservazione dei centri fitogenetici equipaggiati e rafforzati dal progetto.

"Catalogazione 1" Esempio di catalogazione delle sementi
“Catalogazione 2” Esempio di catalogazione delle piante, moltiplicazione in vitro di piante
“Catalogazione 3” Esempio di catalogazione delle risorse sulla base dei dettagli del DNA delle sementi
“Catalogazione 4” Esempio di conservazione delle piante
“Mais 2” Signore che pulisce il mais per l'elaborazione di una bevanda tipica boliviana chiamata chicha
“Mais” Parte dell'incredibile biodiversità di mais della Bolivia, dal punto di vista sociale, umano, biologico, della flora, fauna, con particolare attenzione verso l'universo contadino e le diverse tipologie di agricoltura locale
“Sementi” Raccolta delle sementi
“Vegetali” Vendita di ortaggi nel mercato di La Paz
“Zucca” Vendita di zucca nel mercato di La Paz

La Bolivia presenta una grande varietà di condizioni climatiche, suoli, ecosistemi e habitat. Il Paese, infatti, possiede non solo un notevole patrimonio di conoscenze locali ma anche una vasta ricchezza culturale e biologica, conservata grazie alle popolazioni indigene che per secoli si sono dedicate alla domesticazione di specie animali e botaniche. Il progetto si è inserito in questo contesto permettendo di rafforzare la conservazione delle risorse fitogenetiche e tenendo in forte considerazione l'aspetto culturale locale necessario a garantire sostenibilità ed efficacia dei risultati ottenuti.

DVD "Biodiversidad Agrìcola: El legado para la seguridad alimentaria" Il video mostra come i piccoli agricoltori e le associazioni di produttori boliviani possono - grazie anche all'assistenza tecnica della cooperazione internazionale - rafforzare le proprie capacità in ambito di conservazione della biodiversità, uso sostenibile delle risorse fitogenetiche, miglioramento dei propri livelli di vita e aumento della sicurezza alimentare. Lingua: spagnolo con sottotitoli in inglese.

Attraverso un solido partenariato con le autorità locali e con l'impiego di qualificati esperti nazionali ed internazionali, il progetto ha concretamente contributo a: (i) migliorare le capacità di conservazione ed il livello di specializzazione delle risorse umane di tre banche di conservazione del germoplasma; (ii) creare banche dati in grado di conservare i duplicati di tutte le specie esistenti, (iii) rafforzare il meccanismo nazionale di scambio delle informazioni relativo alle risorse genetiche, iv) rafforzare le linee di ricerca sulle risorse genetiche nei centri PROINPA e Centro de Investigaciones Fitogenéticas de Pairumani (CIFP).

ARTICOLO "Premio a libro della Cooperazione Italiana": si sottolinea l'importante riconoscimento ricevuto dal suindicato libro "Lo que la tierra no da".

http://www.cooperazioneallosviluppo.esteri.it/pdgcs/italiano/news/viewnews.asp?idx=5747

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf "Lo que la tierra nos da" Sottolinea l'importanza della tutela della cultura locale nella preservazione delle risorse fitogenetiche per l'alimentazione e l'agricoltura

Gli effettivi beneficiari si possono riassumere in: personale scientifico dei tre centri partner formato a livello specialistico; agricoltori e produttori locali che si beneficiano grazie alla componente di miglioramento genetico delle sementi per combattere parassiti e malattie delle coltivazioni; comunità scientifica internazionale che aumenta le proprie capacità di conservazione e ricerca in materia di risorse fitogenetiche; popolazione mondiale in termini di conservazione della biodiversità di specie agricole e aumento della sicurezza alimentare.

"Banca genetica" Tra i beneficiari diretti vi sono le banche genetiche che, come si nota dalla foto, sono migliorate nelle loro tecniche di sistematizzazione
"Banca genetica" Tra i beneficiari diretti vi sono le banche genetiche che, come si nota dalla foto, sono migliorate nelle loro tecniche di conservazione
"Beneficiari diretti - Laboratorio PROINPA" Tra i beneficiari diretti del programma vi è il laboratorio PROINPA e dei propri lavoratori
"Beneficiari diretti - Laboratorio de Propagacion in vitro UAGRM" Tra i beneficiari diretti del programma vi è il Laboratorio de Propagacion in vitro UAGRM e i propri lavoratori
"Beneficiari diretti - Laboratorio de Propagación in vitro de Toralapa" Tra i beneficiari diretti del programma vi è il Laboratorio de Propagación in vitro de Toralapa e i propri lavoratori
"Beneficiari diretti" Curatrice della banca attiva del CIFP
"Beneficiari indiretti" I venditori del mercato di La Paz durante la preparazione dell'attività del giorno

Il corpo tecnico-amministrativo è strutturato nel modo seguente:
- un coordinatore di progetto, con funzioni manageriali
- un consulente nazionale, con il compito di coordinare il processo partecipativo per il rafforzamento del meccanismo nazionale di scambio delle informazioni sulle risorse genetiche;
- un assistente amministrativo, con funzioni di supporto nella gestione amministrativa.
In considerazione degli obiettivi del programma, sono stati assai importanti i contributi dei consulenti di alcune strutture specializzate in conservazione delle risorse fitogenetiche.

Organigramma del Progetto Organigramma del Progetto

Tra le difficoltà riscontrate durante la realizzazione del progetto si annovera, in primis, la necessità di distinguere tra i benefici di una conservazione in situ e quelli relativi alla conservazione ex situ.
La fase finale delle attività di campo (dicembre 2008) ha coinciso con la creazione dell'INIAF (Instituto Nacional de Innovación Agropecuaria y Forestal), organismo che ha, pur con qualche difficoltà, assunto il controllo del settore delle risorse fitogenetiche. In particolare, alcune difficoltà si sono riscontrate al momento del passaggio delle varietà catalogate dai centri (privati) all'organo statale. I primi, infatti, evidenziarono alcune perplessità e dei timori basati su esperienze passate  che avevano provocato la perdita delle accezioni conservate. L'INIAF funziona oggi a pieno regime e non si sono registrate perdite delle accezioni conservate.

"Conservazione ex situ" Mostra la raccolta di varietà di yuca
"Conservazione ex situ" Mostra la raccolta di varietà di patate
"Conservazione in situ" Mostra la raccolta di varietà di limoni

Il tema dell'impatto sull'ambiente rappresenta un punto essenziale del progetto. Infatti, poiché la conservazione delle risorse fitogenetiche per l'alimentazione e l'agricoltura ha rappresentato la finalità principale del progetto,  ogni attività è stata svolta con un'attenta e meticolosa valutazione delle strutture e delle dinamiche necessarie per la realizzazione del progetto.
A titolo esemplificativo, basti pensare all'attività di miglioramento delle strutture, delle attrezzature e delle capacità tecniche a favore delle tre banche genetiche boliviane. Il successo di tale esercizio rappresenta una prova dell'efficacia del progetto in termini di impatto ambientale. Infatti, tramite il miglioramento delle capacità di gestione e amministrazione delle banche genetiche, è stato possibile garantire la tutela di specifiche risorse fitogenetiche e, pertanto, la preservazione dell'ambiente.

"Impatto ambientale" Mostra come il risultato delle sementi certificate dall'INIAF

Il progetto si è dimostrato duraturo e sostenibile nel tempo, come dimostrato dai risultati ottenuti da tutte le attività ad esso legate. A titolo esemplificativo, si osserva che i materiali e le attrezzature introdotte con il progetto in alcune banche genetiche permettono, mediante il proprio utilizzo, ancora oggi, di raggiungere l'obiettivo della conservazione del patrimonio genetico boliviano.
Una valutazione specifica sul progetto ha inoltre affermato che l'esperienza è perfettamente replicabile e ampliabile non soltanto con riferimento alle banche genetiche prese sinora in considerazione, bensí anche in altre banche genetiche di altre regioni della Bolivia e oltre.
Sulla scorta dell'esito positivo del programma, il Ministero di Pianificazione dello Sviluppo boliviano ha formalmente richiesto un credito concessionale al Governo italiano finalizzato al rafforzamento del sistema delle risorse genetiche e dell'agro-biodiversità. 

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Photo-book "Lo que la tierra nos da" Photo-book "Lo que la tierra nos da"

Al fine di diffondere gli scopi e le attività del progetto, sono stati utilizzati svariati mezzi di comunicazione.

DVD "Biodiversidad Agrìcola: El legado para la seguridad alimentaria"
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Photo-book "Lo que la tierra nos da" Photo-book "Lo que la tierra nos da"