loading

Rehabilitation of the perimetral irrigation of the Baalbek Plain

Luogo : lebanon, Asia
Sustainable management of natural resources Sustainable management of natural resources
Budget totale: € 1.800.000,00 | Periodo: Da gennaio 2009 A dicembre 2013

Sintesi

Il progetto si e' concentrato sul settore agricolo e in particolare sullo sviluppo economico rurale della Piana di Baalbek fortemente minato dalla cronica inefficienza delle infrastrutture deputate allo sviluppo agricolo. Sono state  eseguite opere di ampliamento e potenziamento del sistema irriguo di epoca Romana (sistemi sotto pressione), di formazione degli agricoltori e di capacitazione delle amministrazioni locali deputate. L’iniziativa ha visto inoltre l’attivo coinvolgimento della Municipalità di Baalbek.

Partnership

Ministry of Foreign Affairs -Directorate General for Development Cooperation - Italia

Candidato guida

L’organizzazione delle attività di Cooperazione allo Sviluppo, componente essenziale della politica internazionale dell'Italia, fa parte dei compiti del Ministero degli Affari Esteri (MAE), che demanda tali attività alla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (DGCS) che è l’organo preposto ad attuare tale politica, in attuazione della legge n.49/87. La DGCS attua le linee di cooperazione e le politiche di settore nei diversi Paesi, stabilisce rapporti con le Organizzazioni Internazionali, con l’Unione Europea e con le Organizzazioni non governative; programma, elabora ed applica gli indirizzi della politica di cooperazione e le politiche di settore tra cui sanità, ambiente e sviluppo imprenditoria locale; realizza iniziative e progetti nei Pvs; effettua interventi di emergenza e fornisce aiuti alimentari; gestisce la cooperazione finanziaria e il sostegno all’imprenditoria privata e alla bilancia dei pagamenti dei Pvs; promuove e realizza la cooperazione universitaria.

Lebanese Association for Urban Agriculture - Libano

Partner dell'iniziativa

- Attività agricole: irrigazione e coltivazione - Attività di sensibilizzazione su temi ambientali - Training di agricoltori sull’agricoltura sostenibile

Municipalita' di Baalbek - Libano

Partner dell'iniziativa

- Implementazione di lavori infrastrutturali - Gestione dei rifiuti e delle discariche - promozione di servizi sociali - manutenzione delle strade - eventi turistici - promozione del sistema irriguo

"Valorizzare il patrimonio culturale e naturale per favorire la prosperità ed il progresso" è stato l’approccio che ha caratterizzato l’intervento (implementato in due fasi: AID 8932 e AID 9284), che si è concentrato sulla riabilitazione del perimetro irriguo di Baalbek che si alimenta da una sorgente di origini romane. La modernizzazione delle tecniche irrigue, impiegate per aumentare la produttività dei contadini coinvolti e la formazione tecnica per assicurare una corretta gestione territoriale e ambientale, svolte entrambi in collaborazione con le autorità centrali e locali, ha contribuito a migliorare la ripresa economica e le condizioni socio-economiche della popolazione della Piana di Baalbek.

L'iniziativa ha modernizzato la rete irrigua mediante canali sotto pressione ed irrigazione a goccia ed a pioggia e ha quindi favorito la gestione sostenibile delle risorse naturali della piana di Baalbek.
Altro aspetto innovativo dell'iniziativa era il coinvolgimento dei beneficiari diretti attraverso metodi partecipativi, che hanno contribuito in modo significativo a ridurre i fattori di rischio per la buona riuscita.

Irrigazione a pioggia L'introduzione di tecniche agricole moderne ha permesso di gestire le risorse naturali della piana di Baalbek in modo più sostenibile e di rendere l'agricoltura locale più redditi
Lavori ai canali irrigui Le tubature sotto pressione seguono l'andamento dei vecchi canali e permettono di rendere l'utilizzo dell'acqua più efficiente.

La cronica mancanza d’acqua e le scarse conoscenze agronomiche degli agricoltori non consentivano lo sviluppo del reale potenziale dell’area prima dell’implementazione dell’iniziativa. Il progetto ha provveduto all’irrigazione moderna di tutta quella parte della piana che prima veniva semplicemente mantenuta con colture a scarso reddito che esistevano solo grazie alle sovvenzioni statali.
L’approvvigionamento al campo prima dell'intervento avveniva tramite una serie di ‘aperture’ realizzate a lato del canale principale: da qui si dipartivano i canali in terra fino a raggiungere i fondi che godono del ‘diritto d’acqua’, diritto sancito da pratiche centenarie e classificato secondo tradizione orale dai Mukhtar (capi villaggio) della zona.  

Canale irriguo prima dell'intervento La struttura irrigua e le pratiche tradizionali prima dell'intervento non erano adeguate per far fronte alla domanda emergente

L'Istallazione di circa 15 km di condutture idrauliche gravitarie a pressione e la riabilitazione di 4 km di canali in cemento hanno permesso una sostanziale riduzione della perdita di acqua, dal 60% all’attuale 5%. 
La disconnessione di 105 linee private di fognatura dal perimetro irriguo e connessione di suddette linee alla rete municipale per il trattamento delle acque reflue ha comportato ad una diminuzione (dal 2008 al 2011) di malattie derivate da inquinamento acque e alimenti – intossicazione alimentare, tifo ed epatite A - di circa il 70%
E' stato inoltre portato avanti un programma di supervisione e monitoraggio delle attività di campo con il fine di mostrare la necessità di adottare tecniche agricole che mirino all`abbassamento dei costi di produzione ed all`utilizzo di sistemi irrigui più razionali, attraverso i corsi tenuti per i contadini con diverse organizzazioni, tra cui l’Association for Urban Agriculture.

Piantina dei lavori della piana di Baalbek La piantina mostra schematicamente i lavori dell'iniziativa che ha permesso la riabilitazione di quattro chilometri di canali di irrigazione e l'istallazione di quindici chilometri di condotte sotterranee.

I beneficiari diretti dell'iniziativa sono gli agricoltori ed i lavoratori agricoli della zona. La piana fornisce lavoro fisso a circa 2.500 persone (tra conduttori e salariati). A questi si aggiungono i lavoratori stagionali che offrono un apporto valutabile in circa 2 mesi/anno di lavoro in ciascuna delle 650 aziende con diritto d'acqua. 
Prima dell'intervento l'acqua irrigua era un problema sia di quantità sia di qualità. Oltre il 90% degli agricoltori aveva a disposizione quantità d'acqua insufficienti alle necessità produttive.
Le motivazioni che spiegano tale situazione erano riconducibili ad un'oggettiva mancanza d'acqua , allo stato di conservazione e di manutenzione dei canali, ritenuti in cattive condizioni e con problemi di infiltrazioni per quelli in terra. A ciò si accompagnava una cattiva qualità dell'acqua disponibile, spesso non adatta all'irrigazione a causa dell'elevata contaminazione fognaria.

Contadini di Baalbeck “L’acqua portata da questo progetto vuol dire vita per me e la mia famiglia”, sostiene uno dei contadini di Baalbek. Con la conclusione dei lavori, sono stati consegnati alla Municipalità quindici chilometri di condotte sotterranee e quattro chilometri di canali in cemento che convogliano l’acqua dalla sorgente di Ras el Ain alle terre coltivabili della piana di Baalbeck
../file-system/small/doc ../file-system/small/doc Relazione Generale in lingua araba Da parte del progetto ci e' stato sempre un impegno assoluto ad essere il piu' trasparente possibile nei confronti dei beneficiari. Per quello sono sempre anche stati tradotti tutti i documenti di riferimento in lingua araba, per esempio la relazione generale.

L’iniziativa e’ stata realizzata in gestione diretta dall’UTL di Beirut. Il capoprogetto svolgeva anche l’attività fondamentale di coinvolgimento e partecipazione dei beneficiari con la convocazione e partecipazione a numerose riunioni di coordinamento con la comunità locale e i proprietari dei terreni direttamente coinvolti dall’esecuzione dei lavori. Ciò ha limitato i fattori di rischio per la buona riuscita del progetto, quali la conflittualità tra famiglie e la presenza di fenomeni di abusivismo edilizio nella aree a destinazione agricola.
Il  personale di programma, costantemente presente presso la Municipalità di Baalbek, ha quindi agito da mediatore nelle diatribe, riuscendo, attraverso periodici incontri con i rappresentanti dei contadini (commissione agricoltura della Municipalità) a coinvolgere i diretti interessati e ad evitare che i lavori, una volta iniziati, fossero interrotti. 

Visita sul campo degli esperti di progetto La costante presenza sul campo del personale di programma e il coinvolgimento della popolazione nella progettazione ed esecuzione degli interventi hanno contribuiti in modo significativo alla buona riuscita dell'iniziativa.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Organigramma dell'iniziativa Organigramma dell'iniziativa

I problemi principali che si sono incontrati durante l`esecuzione delle attività di progetto sono stati legati quasi unicamente a contenziosi tra privati per questioni legate a proprietà di terre, abusivismo edilizio molto intenso, rapporti di forza ed interessi diversi tra agricoltori e tra famiglie. Il tessuto sociale dove si è intervenuti è un tessuto in cui esistono equilibri estremamente delicati ed instabili che possono essere legati semplicemente a piccole questioni tra privati cittadini che, anche se solo sfiorate da una singola attività di progetto, hanno portato a contenziosi irrisolvibili se non attraverso l`intervento della Municipalità. 

Firma del certificato di consegna dei lavori Con la firma dei certificati di consegna sono stati consegnati alla Municipalità di Baalbek quattro chilometri di canali di irrigazione e quindici chilometri di condotte sotterranee che convogliano l’acqua dalla sorgente di Ras el Ain alle terre coltivabili della piana di Baalbeck. La stretta collaborazione con la Municipalità in tutte le fasi del progetto era fondamentale per il successo dell'iniziativa e ha permesso la soluzione delle varie diatribe nate durante l`esecuzione delle attività.

La disconnessione delle linee fognarie private dai canali irrigui ha fatto si che le acque disponibili per agricoltura siano più pulite ed ha contribuito alla drastica diminuzione dei cattivi odori legati ai reflui. Inoltre, con lo scavo di un pozzo si è riusciti a sostituire acque reflue con acque pulite.
La Municipalità di Baalbek ha usufruito di un supporto continuo alle sue campagne di sensibilizzazione della popolazione su temi ambientali.
Con la copertura dei canali e l’istallazione delle condotte, le perdite di acqua dalla sorgente ai terreni si limitano ad un approssimativo 5% del totale, mentre prima l’evaporazione e lo stato malandato dei corsi d’acqua ne faceva sprecare il 60%.

Acqua irrigua prima della realizzazione dell'intervento Il fatto che tante delle linee fognarie erano connesse ai canali irrigui ha portato all'inquinamento dell'acqua, con conseguenze drammatiche da un punto di vista igienico ed ambientale.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Studio idrogeologico Nel presente studio si e' effettuato un approfondimento del contesto idrogeologico del territorio comunale di Baalbek sia per quanto riguarda la piana di valle sia per quanto riguarda il versante di monte.

Non si rilevano significativi elementi che possano minare la sostenibilita` del progetto. La Municipalita` di Baalbek si e` impegnata a mantenere le strutture realizzate dal progetto, che tra le altre cose sono sia di pubblica utilita` che difficilmente deperibili, ed i beneficiari finali (gli agricoltori della piana) hanno seguito giornalmente lo sviluppo delle attivita` influenzando le scelte di progetto prima attraverso il comitato creato ad hoc e poi attraverso la Municipalita` stessa. Si insiste inoltre sul fatto che la Municipalita’ di Baalbek, raro esempio nel paese, non solo e’ presente nella gestione dell’iniziativa ma vi contribuisce finanziariamente.

http://www.utlbeirut.org/newutl/?progetto=sviluppo-della-piana-di-baalbek

L’iniziativa è stata oggetto di varie visite dei ministeri responsabili ed inoltre è stata riportata in diversi servizi della RAI. 

Link iniziativa: http://www.utlbeirut.org/newutl/?p=2166

Test di pressione alla presenza delle autorita' locali Momenti cruciali dei lavori, come i test di pressione, sono sempre stati eseguiti con il coinvolgimento delle autorita' locali. Questo ha aumentato la fiducia nei confronti degli esperti di progetto.