loading

Project for the environmental improvement of the basin of Skadar

Luogo : albania, Europe
Sustainable management of natural resources Sustainable management of natural resources
Budget totale: € 742.000,00 | Periodo: Da maggio 2009 A dicembre 2011

Sintesi

Il Progetto ha perseguito la finalità di migliorare le condizioni ambientali e socio-economiche del bacino attraverso un innalzamento delle conoscenze e delle competenze in materia ambientale degli amministratori e degli stakeholders locali chiamati ad attuare politiche di salvaguardia e gestione razionale e sostenibile delle risorse naturali dell'area.

Partnership

Ministry of Foreign Affairs -Directorate General for Development Cooperation - Italia

Candidato guida

L’organizzazione delle attività di Cooperazione allo Sviluppo, componente essenziale della politica internazionale dell'Italia, fa parte dei compiti del Ministero degli Affari Esteri (MAE), che demanda tali attività alla Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo (DGCS) che è l’organo preposto ad attuare tale politica, in attuazione della legge n.49/87. La DGCS attua le linee di cooperazione e le politiche di settore nei diversi Paesi, stabilisce rapporti con le Organizzazioni Internazionali, con l’Unione Europea e con le Organizzazioni non governative; programma, elabora ed applica gli indirizzi della politica di cooperazione e le politiche di settore tra cui sanità, ambiente e sviluppo imprenditoria locale; realizza iniziative e progetti nei Pvs; effettua interventi di emergenza e fornisce aiuti alimentari; gestisce la cooperazione finanziaria e il sostegno all’imprenditoria privata e alla bilancia dei pagamenti dei Pvs; promuove e realizza la cooperazione universitaria.

Region of Skadar - Albania

Partner dell'iniziativa

attività specifiche del tipo di organizzazione

Planning Office - Municipality of Skadar - Albania

Partner dell'iniziativa

attività relativa alle competenze territoriali del partner identificato.

Basilicata Region - Italia

Partner dell'iniziativa

attività relativa alle competenze regionali dell'Ente

ENAS - Sardinia - Italia

Partner dell'iniziativa

Gestione del sistema idrico multisettoriale; progettazione, realizzazione e gestione delle opere idrauliche, di impianti di energia idroelettrica e produzione di energia da fonti rinnovabili, Monitoraggio dei corpi idrici gestiti per la salvaguardia e il miglioramento qualitativo della risorsa idrica, valorizzazione delle infrastrutture impianti ed opere

Per una gestione condivisa e partecipativa del Lago di Scutari Il Lago di Scutari, situato nell’area settentrionale dell’Albania, è patrimonio naturale, storico e culturale albanese e montenegrino. L’idea di proporre interventi di riqualificazione dell’area trae origine dalla consapevolezza dell’importanza strategica del luogo, sia per la tutela del patrimonio naturale sia per lo sviluppo economico dell’area. Sono tre gli interventi individuati: economia e ambiente, governo del territorio (gestione e legislazione), educazione ambientale (formazione in materia di protezione, monitoraggio). Tutte le attività trasversali da quelle formative e di assistenza tecnica sul monitoraggio ambientale, a quelle seminariali e di messa in rete sull’educazione ambientale, all’ affiancamento sulla gestione ottimale e la salvaguardia, gestione e valorizzazione delle risorse naturali e turistiche, hanno mirato a favorire approcci utili a porre le basi per una gestione condivisa e partecipativa.

Il progetto ha consentito di ricostruire una quadro conoscitivo dell’area completo e di evidenziare le più rilevanti criticità ecologico-ambientali, attraverso la realizzazione di un vasto archivio informatico, di un sistema GIS/Web e la produzione di un’ampia reportistica tecnica
Ha permesso di installare il  primo prototipo di un sistema di allertamento alluvioni sul fiume Kir a Postriba, supportando le autorità nella definizione di una strategia di gestione sostenibile del bacino e nella pianificazione di interventi mirati in particolare alla valorizzazione naturalistica.
La predisposizione di linee guida metodologiche e la realizzazione di interventi pilota di monitoraggio quali-quantificativo delle acque e di prevenzione del rischio da inondazioni, rappresentano il primo passo per la realizzazione di una rete di rilevamento “idrometeopluviometrica” automatica finalizzata a conoscere lo stato del bacino e a mitigare le azioni di esondazione. 

Foto 7 Installazione di una stazione di monitoraggio idrometeopluviometrico sulle sponde del lago, a Shiroka.

La bellezza del paesaggio, la ricchezza di specie vegetali e animali e la posizione geografica strategica  del lago di Scutari - tra le Alpi Albanesi a nord e il mare Adriatico a sud – hanno determinato l’istituzione nel 2005 della “Riserva Naturale” per iniziativa del Ministero dell’Ambiente e il Consiglio dei Ministri Albanese. La fragilità strutturale del paese ed una tutela ambientale del territorio poco attenta nel recente passato, unitamente alle potenzialità turistiche dell’area, ne fanno un territorio di grande attenzione e oggetto di intervento da parte della Cooperazione internazionale.
L’idea di proporre interventi di riqualificazione dell’area del bacino idrografico di Scutari, la più grande zona umida abitata dei Balcani, trae origine dalla consapevolezza dell’importanza strategica del luogo, sia per la tutela del patrimonio naturale sia per lo sviluppo economico dell’area con particolare riferimento al settore turistico.

Foto 6 Misure di risanamento e valorizzazione dell’area di Shiroka

• realizzazione di un Archivio informatico e di un sistema GIS/Web per le criticità ecologico-ambientali
• normative e misure di salvaguardia per l’utilizzo e la gestione delle aree a diverso grado di rischio e affiancamento all’Autorità di gestione del bacino
• integrazione del piano territoriale della Regione di Scutari con riferimento alle zone umide del lago ed alla pianificazione del monitoraggio con la dotazione di 2 sonde multiparametriche
• installazione di una stazione idrometeopluviometrico con software, per la ricezione ed elaborazione dati presso la Regione, l’Università di Scutari e l’INEUM di Tirana;
• installazione del primo sistema di allertamento alluvioni sul fiume Kir a Postriba
• avvio del Centro di Educazione Ambientale (CEA) per le scuole dell’area, ristrutturazione del prefabbricato della stazione operativa
• valorizzazione e risanamento dell’area di Shiroka,(indirizzo turistico-ricreativo);con pontile galleggiante per l’attracco e lo stazionamento delle canoe

Foto 5 Misure di risanamento e valorizzazione dell’area di Shiroka
Foto 8 Progettazione e installazione a Shiroka di un pontile galleggiante per l’attracco e lo stazionamento delle canoe, da utilizzare per le visite naturalistiche.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Foto e Step.Riva Foto e Step.Riva

La fragilità strutturale del paese ed una tutela ambientale poco attenta del territorio  non hanno permesso lo sviluppo del territorio che, meritevole per la bellezza naturalistica, è stato sempre penalizzato dal dissesto idrogeologico, dalle esondazioni continue e dalla difficolta di risollevarsi continuamente, penalizzando economicamente.  Tutto ciò nell’ultimo periodo, ne  ha fatto un territorio di grande attenzione e oggetto di intervento da parete della cooperazione internazionale. Delle attività realizzate  dal P.I. RIVA ne  hanno beneficiato soprattutto le popolazioni, che non saranno più sottoposte a continui esondazioni   e le Amministrazioni locali che  hanno migliorato le loro capacità di intervento nelle situazioni di pre-emergenza.  

Foto 1 Progettazione e installazione del primo prototipo di un sistema di allertamento alluvioni del fiume Kir
RIVA Il Lago di Scutari, situato nell’area settentrionale dell’Albania, è patrimonio naturale, storico e culturale albanese e montenegrino. La fragilità strutturale del paese ed una tutela ambientale del territorio poco attenta nel recente passato, unitamente alle potenzialità turistiche dell’area, ne fanno un territorio di grande attenzione e oggetto di intervento da parte della Cooperazione internazionale.

Circa 50 risorse umane degli attuatori italiani coinvolte nell’esperienza:
Università degli Studi della Basilicata – DITEC, A.R.P.A. Puglia, Politecnico di Bari, Istituzione Centro Nord Sud di Pisa, A.R.P.A. Sicilia, Dipartimento Rifiuti e Acque – Settore Osservatorio delle Acque, ENAS, Autorità di Bacino regionale della Calabria, A.R.P.A. Calabria, Università Mediterranea di Reggio Calabria – MECMAT.

Attivata una collaborazione con il Prof. Agim Selenica (Direttore del Dipartimento di Idraulica dell’Università Politecnica di Tirana) per la documentazione necessaria per l’attività (dati idrometeopluviometrici, cartografia tematica, pubblicazioni scientifiche di interesse sul lago di Scutari), nonché per organizzare uno staff di collaboratori albanesi esperti idrologi al fine di sviluppare uno studio in sinergia.
 

Difficoltà ad effettuare l “analisi conoscitiva” per:
- Carenza di database e carte rappresentative delle informazioni geologiche e geomorfologiche del territorio della Municipalità;
- Situazione idrogeomorfologica critica del territorio di Scutari derivante dalle alluvioni del gennaio e novembre 2010;
- Difficoltà del personale nella gestione della stazione di monitoraggio idrometeopluviometrica (manutenzione ordinaria, interpretazione ed elaborazione dei dati acquisiti, etc.);
- Elevato numero di attività di analisi e studio dell’area di intervento realizzate negli ultimi anni dai donors;
Superate da:
-  rimodulazione attività in direzione delle esigenze emerse, che non replichino interventi già programmati/realizzati da altri soggetti e che siano realizzati in breve termine.
-  rafforzati i rapporti con il Ministero dell’Ambiente Albanese (competenza esclusiva di legge) 
- autorizzazioni dal Ministero dell’ Educazione e della Scienza Albanese per la  ricostruzione del  CEA

Foto 2 Progettazione e installazione del primo prototipo di un sistema di allertamento alluvioni del fiume Kir

Il progetto ha perseguito la finalità di migliorare le condizioni ambientali e socio-economiche del bacino attraverso un innalzamento delle conoscenze e delle competenze in materia ambientale degli amministratori e degli stakeholders locali chiamati ad attuare politiche di salvaguardia e gestione razionale e sostenibile delle risorse naturali dell’area.
Sia la Regione si Scutari, l’Università e l’INEUM di Tirana possono, appena allertati, intervenire ad operare sulle dighe al fine di controllare l’eventuale esondazione.
La mappatura e la conoscenza del Bacino e l’assetto idrogeologico  permette di intervenire nelle zone a rischio, non permettendo eventuali insediamenti  urbani.

Foto 3 Realizzazione di due campagne di monitoraggio ambientale delle acque
Foto 4 Realizzazione di due campagne di monitoraggio ambientale delle acque
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Photographic survey - Riva Photographic survey - Riva

Il progetto d’interesse regionale e nazionale, concordato con i partner albanesi  trova in essi i maggiori sostenitori e fruitori di quanto realizzato. Sono previste ulteriori attività  duplicabili, con istallazione più a monte di rilevatori con  finanziamenti nazionali, mentre altre attività potranno beneficiare del programma IPA Albania-Montenegro.

http://progettoriva.unirc.it
http://progettoriva.altervista.org

Il programma ha prodotto diversi strumenti di diffusione:

-  Archivio informatico dei dati, della normativa e degli studi e progetti sul Bacino di Scutari  è consultabile sul sito dedicato al progetto www.progettoriva.altervista.org
- Database GIS/WEB (consultabile sul sito dell’Istituzione Centro Nord Sud www.centronordsud.it/progettoriva/ ) contenente una mappa interattiva della Regione di Scutari e tutta la cartografia prodotta nell’ambito del progetto.
-  Pubblicazione linea di attività 2: Final report “Integrated Project RIVA. Phase 2 - Cognitive Analysis“
- Realizzazione del sito web per la diffusione di materiali editoriali e delle informazioni ambientali rilevanti e per il lancio di iniziative di sensibilizzazione del CEA.
- Convegno “Riqualificazione Ambientale del Bacino di Scutari” del 27-28/10/2011 per la presentazione dei risultati delle attività alle Autorità ed ai partner locali. 

http://www.sviluppobasilicata.it
www.capitalbalk.it

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Brochure Conferenza finale Pula. 12-13 settembre 2012
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Programma Conferenza finale Pula. 12-13 settembre 2012
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf RIVA Conferenza finale Pula. 12-13 settembre 2012
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf RIVA Sintesi risultati di progetto RIVA Sintesi risultati di progetto