loading

Project for the support and promotion of organic farming in Uruguay

Luogo : uruguay, South America
Sustainable development of small rural communities Sustainable development of small rural communities
Budget totale: € 0,00 | Periodo: Da settembre 2010 A agosto 2012

Sintesi

Il progetto ha avuto come obiettivo il sostegno all’interprofessione e allo sviluppo sociale ed economico sostenibile nel settore agricolo attraverso il rafforzamento della produzione biologica in Uruguay. Più nello specifico ha promosso lo sviluppo del settore biologico come strategia integrata per migliorare le pratiche dell’allevamento condotto secondo il metodo biologico e favorire le opportunità di vendita diretta. I beneficiari diretti sono stati 120 famiglie, 15 tecnici e 10 consumatori. I beneficiari indiretti sono stati i produttori biologici familiari che, attraverso le attività del progetto, hanno potuto incrementare quali-quantitativamente le loro produzioni, gli abitanti delle zone di intervento che, attraverso le attività di sensibilizzazione al consumo di prodotti biologici, hanno potuto conoscerne la qualità e i consumatori che, attraverso il miglioramento della rete di commercializzazione, hanno potuto disporre di un approvvigionamento più costante e variegato.

Partnership

University of Milan, Department of Veterinary Science and Public Health - Italia

Candidato guida

Il Dipartimento di Scienze Veterinarie e Sanità Pubblica (DIVET) svolge attività di ricerca e didattica nell'ambito della medicina veterinaria, della sanità pubblica e della sicurezza degli alimenti. Obiettivo è la promozione della salute e del benessere dell’animale e dell’uomo, anche nella loro interazione con l’ambiente. L’attività di ricerca riguarda lo studio delle attività funzionali e produttive degli animali, delle patologie infettive e non infettive, della genetica, dell’etologia, delle tecnologie e dei modelli per l’allevamento, della gestione igienico-sanitaria degli animali e della sicurezza degli alimenti. Un’ulteriore attività del Divet è quella che lo vede coinvolto anche in programmi di ricerca e cooperazione allo sviluppo in ambito extraeuropeo, tropicale e subtropicale.

Ecogranjas Agricultural Cooperative Ltd - Uruguay

Partner dell'iniziativa

Ecogranjas Cooperativa Agraria Limitada (ECA) è una cooperativa di circa 40 produttori biologici familiari. I requisiti per associarsi alla cooperativa sono: (a) essere un produttore biologico; (b) essere in possesso della certificazione biologica rilasciata dalla Red de Agroecología del Uruguay; (c) essere socio di APODU. Ecogranjas Cooperativa Agraria Limitada è la proprietaria di Ecotiendas, il primo spazio di commercializzazione cooperativo di prodotti biologici in Uruguay, con gestione diretta da parte dei produttori e dei consumatori.

Institute for International and Economic Cooperation - Italia

Partner dell'iniziativa

ICEI sviluppa nel mondo interventi di cooperazione internazionale, di cosviluppo e di coesione sociale, attraverso la valorizzazione delle risorse e del capitale umano delle comunità con le quali lavora. La finalità è mettere al centro le comunità coinvolte, creando le condizioni affinché siano protagoniste del proprio sviluppo. L' azione di ICEI si caratterizza per la costante attenzione al rispetto dei diritti umani, alla tutela della diversità culturale e per il sostegno alla costruzione di un’economia sostenibile basata su principi di reciprocità e solidarietà. Il filo rosso che caratterizza il lavoro di ICEI è “lavorare con gli altri”, non “per gli altri”.I progetti che ne derivano si pongono l’obiettivo di sviluppare incontri e scambi tra i tanti Nord e Sud del mondo, ovunque si trovino. I temi sono: TERRA: sicurezza alimentare e sviluppo rurale; AMBIENTE: tutela ambientale e salvaguardia della biodiversità; TURISMO RESPONSABILE: sviluppo locale e interazione con le comunità; INFORMAZIONE: dialogo sulle tematiche internazionali; DIRITTI: diritti umani e migrazioni Le aree di intervento sono: America Latina: Brasile, Argentina; Africa: Mozambico, Swaziland, Malawi e Madagascar; Asia: Sri Lanka e Birmania.

ZOOTECNIA BIOLOGICA FAMILIARE IN URUGUAY: UN modello PER lo SVILUPPO sostenibile dELLE ZONE rurali

1. Miglioramento delle tecniche di allevamento condotto con metodo biologico in Uruguay attraverso una formazione teorico pratica e una puntuale assistenza tecnica.
2. Diffusione di pratiche sostenibili per l'allevamento biologico attraverso la realizzazione in Uruguay di una azienda pilota per tipologia produttiva (polli da carne, galline ovaiole, bovini da latte e suini). L’esperienza si è arricchita con un viaggio di studio di allevatori biologici italiani in Uruguay e di allevatori biologici uruguaiani in Italia.
3. Appoggio alle attività di commercializzazione dei prodotti biologici attraverso la realizzazione di un piano di marketing e la sensibilizzazione dei consumatori.
4. Promozione della vendita diretta tramite il rafforzamento delle reti di acquisto solidali e l’apertura di un nuovo negozio gestito dai consumatori in collaborazione con i produttori familiari.

Commercializzazione L'appoggio all'attività di commercializzazione dei prodotti biologici si è realizzato anche attraverso l'apertura di un nuovo punto vendita nel dipartimento di Colonia Valdense
I Gruppi di Acquisto Solidale Il progetto ha contribuito all' interscambio di esperienze tra Italia e Uruguay nell'ambito della commercializzazione dei prodotti biologici. Una delle attività realizzate è stata la presentazione dei gruppi di Acquisto Solidali (GAS) italiani come modello strategico per ampliare la rete di vendita dei prodotti agroecologici in Uruguay.
Interscambio di esperienze Italia Uruguay Il progetto ha previsto tra le attività la realizzazione di un viaggio studio di 5 allevatori Uruguaiani presso aziende biologiche italiane
Seminari in azienda Il progetto ha previsto la realizzazione di un ciclo di corsi di formazione teorico-pratica presso ciascuna azienda pilota per tipologia produttiva.
Seminari in azienda Il progetto ha previsto la realizzazione di un ciclo di corsi di formazione teorico-pratica presso ciascuna azienda pilota per tipologia produttiva.

La zootecnia in Uruguay è una delle attività trainanti l’economia del paese; l’85% del territorio è coperto da latifondi la cui l’attività principale è l’allevamento estensivo di bestiame. Il mercato dei prodotti di origine animale destinati all’esportazione sta affrontando una crisi a causa della caduta dei prezzi e della diffusione dei materiali tessili sintetici.
Il mercato biologico è una realtà in rapido sviluppo in tutto il mondo: nel 2008 i terreni certificati
hanno raggiunto 26 milioni di ettari. L'agricoltura biologica è un metodo di produzione i cui principi includono il divieto di impiego di sostanze chimiche di sintesi e di organismi geneticamente modificati. Questo metodo di produzione svolge un ruolo nella protezione dell’ambiente e della salute umana, ma propone anche un modello di sviluppo sostenibile che valorizza le risorse locali e l’agricoltura familiare, promuovendo pratiche che assicurano un elevato livello di sicurezza alimentare.

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Un po' di storia L'Uruguay è un paese complesso che vede, da un lato, uno sviluppo che nulla ha da invidiare all'occidente, dall'altro vede la presenza di sacche di povertà relegate soprattutto nelle zone rurali e periurbane

- Il meccanismo degli acquisti degli strumenti e delle infrastrutture per il miglioramento dei processi produttivi è scaturito da decisioni collegiali
- La creazione di un gruppo di lavoro sulle razioni biologiche per affrontare e risolvere il problema chiave dell’alimentazione degli animali
- La creazione del gruppo di lavoro sul benessere animale, per valutare e monitorare il livello di benessere nelle aziende dei produttori e garantire il rispetto delle norme previste dalla Red de Agroecologia.
- La presenza della Red de Agroecologia ha offerto un riferimento fondamentale al progetto, per superare I problemi dei produttori
- Ampliamento del numero delle aziende beneficiarie dell’acquisto delle attrezzature, e la loro composizione e divisione territoriale e per segmenti produttivi, ha permesso una migliore presenza sul territorio, ed una maggiore apertura alle richieste dei beneficiari
- Miglioramento della commercializzazione con creazione di un punto vendita

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf El bienestar animal: principio fundamental de la cría agroecológica Questo articolo è stato elaborato, nell'ambito del progetto, al fine di promuovere la diffusione e lo scambio delle più recenti conoscenze relative al tema del benessere degli animali in quanto principio fondamentale nell'allevamento biologico.La pubblicazione su una delle principali riviste di zootecnia in Argentina ne ha dato una forte visibilità
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf La produccion porcina a campo in Italia Il progetto ha promosso la realizzazione di questo articolo "l'allevamento outdoor del suino in Italia" al fine di diffondere in Uruguay le conoscenze in merito ai sistemi di allevamento suino adatti al metodo biologico e all'allevamento familiare.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Missione Conclusiva del progetto Data la natura del progetto i risultati sono rappresentati dalla realizzazione di infrastrutture di cui il documento allegato fornisce una sintesi

I beneficiari diretti sono stati  circa 120 famiglie,15 tecnici locali e 10 consumatori responsabili.
I beneficiari indiretti sono stati i  produttori familiari biologici in possesso della certificazione partecipativa che, attraverso le attività di promozione della vendita e la sensibilizzazione al consumo di prodotti biologici, hanno visto incrementata la richiesta di mercato di tale prodotti.
Sono stati beneficiari indiretti anche tutti gli abitanti della città di Montevideo e delle altre zone di intervento che, attraverso le attività di commercializzazione e sensibilizzazione al consumo di prodotti biologici, ne hanno conosciuto la qualità. 

Produttori beneficiari del progetto I produttori familiari hanno una lunga tradizione nel campo dell'agricoltura e dell'allevamento attività fondamentale per l'economia del Paese.

• 1 ricercatore, Responsabile Scientifico, con competenze specifiche nel settore dell’allevamento biologico e della valutazione del benessere animale nell’allevamento biologico e convenzionale
• 3  collaboratori  con competenze nel settore dell’allevamento familiare di bovini da latte, avicoli e suini con riferimento alla gestione, all’ alimentazione, agli aspetti igienico sanitari e al benessere animale
• 1 esperto in promozione dei prodotti biologici a livello comunitario e istituzionale e sensibilizzazione dei consumatori sull’ agricoltura biologica condotta con approccio agro ecologico
• 1 esperto nella gestione di progetti di appoggio e sviluppo delle comunità locali e capacità di trasferimento del know how nella realtà operativa
• 1 mediatore con capacità di lavorare in processi di dialogo interculturale
• 6 tecnici con esperienza nell’appoggio dei piccoli produttori biologici e nel supporto alla conversione e alla certificazione dell’azienda.
• 6 docenti per la formazione

Il progetto ha sofferto di dinamiche interne ai partrner locali e ai beneficiari che hanno causato un rallentamento nell’esecuzione delle azioni. L’intervento del progetto è stato uno strumento di coesione fra i produttori, nonché un punto di dialogo tra le varie correnti di pensiero. Nonostante le difficoltà riscontrate, il progetto ha dato voce a tutti i produttori che da anni operano nel settore dell’agricoltura biologica, fornendo le conoscenze tecniche e strategiche necessarie per poter acquisire forza e unità. Inoltre, il supporto delle istituzioni Italiane coinvolte ha sicuramente favorito il dialogo e le relazioni con le istituzioni uruguaiane, lasciando le basi per eventuali collaborazioni future. La rete di contatti con le istituzioni  locali rappresenta un’opportunità per la sostenibilità del progetto: il mondo accademico e i tecnici della pubblica amministrazione accompagnano I beneficiari rafforzandoli anche attraverso un’azione politica a livello provinciale e nazionale.

Il progetto ha promosso le tecniche di allevamento biologico condotto secondo un approccio agroecologico. I prodotti derivanti da questo metodo sono molto richiesti dai consumatori uruguaiani proprio per l’attentenzione nei confronti dell’ambiente,  del benessere animale e della salute dell’uomo. In particolare la ridotta densità degli animali allevati, la gestione degli spazi all’aperto e della razione alimentare, come pure il ridotto input chimico per le coltivazioni e la cura degli animali, riducono sensibilmente l’impatto ambientale delle produzioni zootecniche fornendo ai consumatori prodotti salubri e dotati di un plus legato alla sostenibilità con cui vengono prodotti.

Realizzazione di un punto vendita a Colonia Valdense che ha agevolato i produttori e i consumatori della zona

Le Aziende Pilota sono state attrezzate in maniera tale da poter costituire un esempio visibile di buone pratiche di allevamento con il metodo biologico. Gli allevatori sono stati formati e si sono impegnati al trasferimento delle conoscenze attraverso seminari ed incontri sia con i produttori che con i consumatori.

Acquisto di 2 mulini che, insieme alla creazione del gruppo di lavoro sull'alimentazione e alla consulenza di un alimentarista e di un agronomo esperti in nutrizione degli avicoli, consentiranno ai produttori di formulare una razione biologica senza costi aggiuntivi.

Attrezzature I mulini serviranno a gruppi di produttori per poter produrre un mangime biologico per gli avicoli
Bovini da Latte Una buona gestione delle vitelle per la futura rimonta è un punto cardine per la riuscita dell'allevamento da latte
Centro Emmanuel Tra i risultati duraturi c'è la realizzazione di un centro di vendita dei prodotti dei beneficiari in una zona del paese che ne era sprovvista
Formaggio Il progetto è riuscito a finanziare l'acquisto di una cella per la stagionatura dei formaggi che garantisce un prodotto sano e di qualità
Galline Ovaiole La struttura di stabulazione semplice e funzionale ben si adatta alle caratteristiche pedoclimatiche della zona. Importante, per il benessere delle galline. la presenza di una struttura, riparata dalle intemperie, per effettuare il bagno di sabbia
Latte Il progetto è riuscito a finanziare la costruzione di una sala di mungitura che sta consentendo agli allevatori di produrre latte alimentare di migliore salubrità a vantaggio del consumatore
Polli da Carne I pollai mobili sono molto pratici per associare la produzione del pollo da carne a quella di orticole o piccoli frutti sia in serra che in pieno campo. Questo sistema permette di ottimizzare il lavoro del produttore
SUINI L'allevamento all'aperto con capannine favorisce il benessere animale e garantisce una buona gestione
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf invito all’inaugurazione del nuovo punto vendita Il progetto ha finanziato un nuovo punto per la vendita a Colonia Valdense presso il Centro Emmanuel. In questo modo i produttori e i consumatori possono beneficiare dei risultati del progetto in un area più vasta

La disseminazione sia delle attività del progetto sia dei risultati raggiunti è stata realizzata tramite:

- seminari

- articoli su riviste

- interviste a televisioni locali

- partecipazione a fiere in tutta la regione

Fiera del cibo sano Montevideo Il partner ECA nell'ambito delle attività di sensibilizzazione dei consumatori è stato presente con i prodotti di Ecotiendas ad una manifestazione organizzata dall'Intendencia di Montevideo
Incontro con Ivet Alvarez Durante la serata organizzata dal GAS di Legnano una TV locale ha voluto intervistare Ivet Alvarez, Presidente di Ecogranjas, per approfondire le ragioni della collaborazione tra Italia e Uruguay
Incontro con iValentina Ferrante Questo video è stato realizzato da una TV locale interessata al progetto
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Banner Projecto Il Banner è stato realizzato per pubblicizzare il progetto in fiere ed eventi in tutto l'Uruguay
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Brochure La brochure è stata realizzata per diffondere l'idea progettuale in tutte le regioni dell'Uruguay potenzialmente interessate alle attività del progetto
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Giornata Mondiale della sovranità alimentare Il progetto ha supportato la presenza dei produttori locali in fiere e sagre dedicate all'alimentazione responsabile per favorire l'incontro tra i produttori familiari e i consumatori
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Invito evento regione Minas Volantino invito ad un seminario organizzato nella Regione Minas per divulgare il progetto e le sue attività
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Seminario di restituzione dei risultati Tra le attività di disseminazione un rilievo particolare hanno assunto i seminari che sono stati realizzati in varie regioni vicino alla capitale