loading

Italian sustainable viticulture for the riduction of the enviromental impact

Luogo : Treviso, italy, Europe
Sustainable development of small rural communities Sustainable development of small rural communities
Budget totale: € 3.000.000,00 | Periodo: Da giugno 2010 A giugno 2020

Sintesi

Nel giugno 2010 i Comuni della Denominazione Conegliano Valdobbiadene insieme ad altri Enti ed Istituzioni ULSS 7 e 8, CO.DI.TV, ARPAV firmano un Protocollo d’Intesa per la redazione di un Regolamento Intercomunale di Polizia Rurale con particolare precedenza all’uso sostenibile dei Prodotti Fitosanitari. Tale iniziativa ha avuto il merito di chiamare al tavolo di stesura in sede di commissione tutte quelle realtà, compresa la Regione Veneto, che a vario titolo hanno competenza  in una materia così vasta e delicata. L'obiettivo principale è di tipo culturale perché di fatto questo approccio di sistema avvia una fase di responsabilizzazione e consapevolezza da parte degli operatori e contribuire nello sviluppare attività di ricerca anche in ambito sanitario ed ambientale che comprende tutta la filiera della produzione vitivinicola nell'area storica per la produzione del Prosecco, ovvero le colline del Conegliano Valdobbiadene Docg. 

Partnership

Consortium Conegliano Valdobbiadene Prosecco - Italia

Candidato guida

Legambiente Veneto - Italia

Partner dell'iniziativa

Interdipartmental centre for research in viticulture and enology - Italia

Partner dell'iniziativa

Agricultural Research Centre for viticolture - Italia

Partner dell'iniziativa

Enological High School ISISS Cerletti - Italia

Partner dell'iniziativa

CSQA Certificazioni srl - Italia

Partner dell'iniziativa

CSQA nasce nel 1990 in seno all'allora Istituto Lattiero Caseario e delle Biotecnologie agroalimentari di Thiene (VI), come primo e pionieristico servizio di certificazione nell'agroalimentare in Italia. Dal 1997 si è separato dall'Istituto costituendosi società a responsabilità limitata. Nel 1994 CSQA ottiene il primo accreditamento, diventando il primo Ente di certificazione accreditato dal Sincert (oggi Accredia) nel settore agroalimentare, aprendo di fatto questo settore ai percorsi internazionali di qualità e valorizzazione dei prodotti. Un altro primato di CSQA è stato quello della prima Autorizzazione Ministeriale in Italia (nel 1998) concessa dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per i controlli dei prodotti DOP e IGP. CSQA rappresenta sul territorio nazionale l'Organismo di certificazione leader nel settore agroalimentare sia per quanto riguarda i controlli sui prodotti a denominazione, sia per quanto riguarda le certificazioni volontarie.

Veneto's region - Italia

Partner dell'iniziativa

Consortium for defense in province of Treviso - Italia

Partner dell'iniziativa

Municipality of Follina - Italia

Partner dell'iniziativa

Italian Association "Cities of Wine" - Italia

Partner dell'iniziativa

Province of Treviso - Italia

Partner dell'iniziativa

University of Padova Biology Dipartment - Italia

Partner dell'iniziativa

Mountain Community of Prealps Treviso - Italia

Partner dell'iniziativa

Vittorio Veneto's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

Vidor's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

Valdobbiadene's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

Tarzo's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

Susegana's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

San Vendemiano's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

San Pietro di Feletto's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

Refrontolo's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

Pieve di Soligo's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

Miane's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

Colle Umberto 's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

Farra di Soligo's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

Cison di Valmarino's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

Local Health Unity n. 7 - Italia

Partner dell'iniziativa

Conegliano's Municipality - Italia

Partner dell'iniziativa

Order of agronomist and forestry doctors Treviso province - Italia

Partner dell'iniziativa

un modello di sviluppo sostenibile di una filiera pubblico - privato per minimizzare l'impatto antropico sull'ambiente e massimizzare la gestione del rischio chimico, idrogeologico e socio economico della vitivinicoltura di qualita' nelle colline del conegliano valdobbiadene prosecco docg

L'iniziativa ancora oggi in atto nell'area della Denominazione Conegliano Valdobbiadene affronta tematiche trasversali riguardanti la sostenibilità per una governance collettiva e di sistema volta alla sicurezza e salute della comunità che vi abita. L'adozione del Regolamento Intercomunale di Polizia Rurale dei 15 comuni appartenenti al territorio collinare, esperienza unica in Italia, ed il protocollo viticolo del Consorzio di Tutela per l'uso sostenibile dei pesticidi e la scelta di adottare modelli avanzati di difesa fitosanitaria sono un approccio unico per la gestione del rischio ambientale ed umano dei presidi fitosanitari. La ricerca scientifica che da anni gravita con studi specifici ed approfondimenti tecnici contribuisce a rendere tali iniziative concrete ed aderenti alle esigenze del tessuto economico e sociale per la collettività dell'area collinare. L'obiettivo è costruire una filiera sostenibile che si autoalimenti in modo autonomo e consapevole per le future generazioni.

Conegliano Valdobbiadene Academy | Lezione II - Passione per il Territorio In questa lezione virtuale della Conegliano Valdobbiadene Academy, si affrontano i temi delle peculiarità del territorio, della salvaguardia della biodiversità e del futuro dell'ambiente della Denominazione
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Innovazioni tecniche - Progetto Deriva Le soluzioni tecniche per l'innovazione tecnologica in campagna a mezzo di mezzi meccanici e irroratrici su postazione fissa
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Presentazione Regolamento IPR e le attività correlate Questa presentazione ha lo scopo di esporre con estrema semplicità le attività svolte in tema di Polizia Rurale dai 15 Comuni dell'area del Prosecco Superiore DOCG e quali azioni si sono innescate nel territorio frutto di una azione collegiale
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Biodivigna Presentazione dei lavori di ricerca e studio sulla biodiversità, genomica e antico germoplasma della vite in collina
../file-system/small/ppt ../file-system/small/ppt Progetto Deriva - Azioni Una presentazione a tecnici e cittadinanza per illustrare gli obiettivi del progetto in via di conclusione ad ottobre 2015
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Endoflorvit Approfondimento e studio della biodiversità con la creazione di un modello di viticoltura ecofriendly
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Germoplasma antico Progetto di conservazione per l'ecotipizzazione dei ceppi centenari di Vitis vinifera in Conegliano Valdobbiadene.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Residuo Zero Progetto per la verifica della possibilità di utililzzare nuov tecnologie per effettuare trattamenti sia in campo sia sull'uva in fase di post-raccolta con prodotti privi di effetto residuale altamente sostenibili e di basso costo come l'utilizzo di acqua ozonizzata ed elettrolizzata.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto SMAVIT Ricerca e studio dei meccanismi di adattabilità e/o resistenza a livello fisiologico e morfoanatomico di vitigni autoctoni da differente tollerante a stress estivi idrici e termici. Riduzione della pressione di alcuni patogeni mediante dosaggi di induttori di resistenza in fertirrigazione.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Vitiinnova Intervento Prof. Roberto Causin sul Progetto Vitinnova
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Vitinnova Presentazione di Alessandro Zanzotto capo progetto: riguarda lo studio dei modelli di previsione in grado di aiutare il tecnico in campagna per la riduzione dei trattamenti fitosanitare e integrare la difesa del vigneto con mezzi a basso impatto ambientale
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Vitinnova Dott. Morroni
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Vitinnova Intervento Prof. Carlo Duso dell'Università di Padova sulla interazione del progetto per la difesa degli insetti utili

L'iniziativa in corso trova attuazione in un contesto complesso a livello terrioriale: una società prevalentemente rurale basata su un'economia vitivinicola eroica di piccola-media scala, con una promiscuità abitativa e produttiva importante che si sviluppa in un ambito collinare dell'alto trevigiano. Da decenni questa viticoltura accresce di importanza a livello economico e sociale tanto che nell'area risulta indispensabile una rivoluzione tecnologica che superi le barriere della tradizione agricola e migliori il processo produttivo e la convivenza con la popolazione e la redditività delle piccole imprese. Gli sforzi congiunti mirano a mitigare l'impatto della coltura viticola non solo a livello ambientale in senso lato - salvaguardia degli habitats e degli ecosistemi - ma, accrescendo una sensibilità culturale incipiente che si condensa con il paesaggio ambendo alla candidatura UNESCO. Questi sforzi sono volti a migliorare la salubrità e la sicurezza del prodotto enologico di punta.

Il clima nelle colline di Conegliano Valdobbiadene Sulle colline, sole e acquazzoni si alternano velocemente, grazie al vento costante che arriva dai monti e dal mare. Le precipitazioni sono frequenti e raggiungono in media i 1250 mm l’anno. Tuttavia, la vite Glera è grata per l’abbondanza d’acqua, che non ristagna grazie alle forti pendenze.
Le Colline di Conegliano Valdobbiadene La fascia collinare è posizionata a 50 km dal mare e circa 100 dalle Dolomiti, e dalla pianura arriva alle Prealpi. Da questa posizione deriva un clima mite: gli inverni non sono eccessivamente freddi, e le estati calde ma non troppo afose. Sensibili sfumature organolettiche vengono conferite al vino dalla diversità di suoli, esposizioni, pendenze, altimetrie e lunghezze dei versanti delle colline, che hanno un'altitudine compresa tra i 100 e i 500 m.
Vista aerea del paesaggio di Conegliano Valdobbiadene Le colline di Conegliano Valdobbiadene sono un mosaico di vigneti, boschi e aree abitate, dove il rispetto reciproco è fondamentale per una convivenza costruttiva
Viticoltura eroica La forte pendenza ha reso pressoché impossibile la meccanizzazione del lavoro, facendo sì che la coltivazione “eroica” delle vigne rimanesse in gran parte affidata a piccoli viticoltori e a una tradizione familiare. Parte di questa grande fatica è ricompensata da un paesaggio che sembra “ricamate a mano”, grazie alla loro perizia artigianale.
Conegliano Valdobbiadene Academy Un'introduzione virtuale al territorio di Conegliano Valdobbiadene, la denominazione di origine controllata e garantita del Prosecco Superiore

Nel complesso delle iniziative il risultato più tangibile risulta la predisposizione da parte delle amministrazioni comunali del Regolamento Intercomunale di Polizia Rurale allegato allo step 9 in cui si è stata data la precedenza e la relativa approvazione allo stralcio relativo all'uso dei prodotti fitosanitari. In modo progressivo i comuni stanno approvando gli altri stralci del Regolamento. La materia da cui prendono spunto queste azioni di governo del territorio sono gli studi portati a termine ed in atto nell'area collinare - sostenibilità ambientale, biodiversità, sicurezza alimentare e degli ambienti di coltivazione, tutela dell'aria, dell'acqua e della salute pubblica. In parallelo alle azioni pubbliche, il Consorzio di Tutela ha adottato il Protocollo Viticolo, strumento a disposizione dei produttori vitivinicoli che impone l'utilizzo di tecniche agronomiche e di difesa integrata e biologica a basso impatto ambientale. Il futuro si chiama certificazione UNI 11233.

Atomizzatore Alta deriva e tradizionale
Atomizzatore con kit Impiego dell'atomizzatore a bassa deriva ed effetti sullo spray
Impianto fisso per la difesa fitoiatrica del vigneto di alta collina Field Day dedicato al Progetto Deriva, frutto dello studio dell'Università di Padova, in cui verrà testato l'impianto fisso per la difesa fitoiatrica del vigneto. Questo prototipo di impianto per la distribuzione dei prodotti fitosanitari è da utilizzare nelle aree di alta collina, non percorribili dai trattori. In questo modo da un lato sarà preservata la viticoltura eroica di questi territori estremi, dove le pendenze sono ragguardevoli anche per il lavoro manuale, imponendo ai viticoltori, spesso persone anziane, un lavoro gravoso e fisicamente debilitante.
Kit antideriva Field Day di presentazione del progetto DERIVA, (Difesa Ecosostenibile per la Riduzione dell'Inquinamento nella Viticoltura Avanzata), sviluppato dall'Università degli Studi di Padova - DAFNAE con la collaborazione di diversi soggetti, tra cui il Consorzio di Tutela. Nel territorio sono presenti molte attrezzature per la distribuzione dei prodotti fitosanitari oggi tecnologicamente obsolete, ed è stato dimostrato che con l'applicazione del kit antideriva presentato è possibile migliorare le funzionalità anche di queste attrezzature. Inoltre, un successivo test ha messo in luce come la deriva possa essere ridotta attraverso misure di mitigazione: ad esempio, l'uso delle siepi campestri.
Kit antideriva Il Field Day di presentazione e test in vigneto di un "kit antideriva", progetto che mira a contenere l'effetto deriva nell'area Docg, si è svolto il 22 luglio 2014. Il programma prevedeva l'illustrazione del kit e il confronto tra un atomizzatore tradizionale ed uno modificato con verifica in campo in situazioni operative diverse. Inoltre si è valutato con prova pratica in campo l'effetto della deriva in assenza o presenza di una siepe con porosità ottica diversa e possibilità di riduzione dell’ampiezza della fascia di rispetto.
Progetto Deriva Il 27 agosto 2014 si è svolto il secondo Field Day sul progetto Deriva, con la dimostrazione del prototipo di impianto fisso per i trattamenti fitosanitari del vigneto di alta collina, sviluppato dall'Università di Padova con il supporto delle amministrazioni locali e del Consorzio di Tutela, per una viticoltura sempre più vicina all'ambiente
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Certificazione CSQA Un progetto per avviare ed ottenere un protocollo per la certificazione di prodotto e di territorio.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Certificazione ambientale Il passaggio per le certificazioni ammesse dalla norma e riferite all'ambito pubblico.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Biodivigna I risultati del progetto afferente allo studio della biodiversità genetica nel sistema Conegliano Valdobbiadene ed all'interazione fra l'ambiente ed il vigneto.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Prosecco I risultati della ricerca sul riutilizzo delle biomasse agricole per scopi energetici e/o finalità agronomiche, tipo compost.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Protocollo Viticolo edizione 2014 Un prontuario di buone pratiche agricole per la difesa integrata e ragionata della vite in un'ottica di sostenibilità per la Conegliano Valdobbiadene Docg
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Studio pilota di biomonitoraggio Livelli e fattori predittivi di esposizione ai ditiocarbammati nella popolazione residente
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Studio sulla qualità dell'aria nei Comuni della Pedementona trevigiana Su progetto specifico condotto dall'Arpav e finanziato dalla Provincia di Treviso e da alcuni Comuni si va ad indagare la qualità dell'aria nell'area collinare, in particolare le concentrazioni di Pm10 ed Ipa.

Tutte le azioni intraprese amministrative, di ricerca e di tecnica mirano al raggiungimento di una sostenibilità complessiva nell'intera filiera vitivinicola sia in termini di processo che di prodotto. I benefici diretti ricadono sui produttori vitivinicoli coinvolgendo la produzione di una bottiglia di spumante eticamente e socialmente responsabile, mentre i benefici indiretti coinvolgono la comunità residente vicino le aree vitate. La razionalizzazione degli interventi fitosanitari in vigna, la mitigazione della deriva da trattamento, la modellizzazione degli indici previsionali delle malattie fungine per ridurre i volumi di spray chimico fanno sì che da qualche anno vi sia un controllo sulla multiresidualità nei grappoli e, di conseguenza, in bottiglia. Ciò accresce il valore intrinseco non solo del prodotto, ma la qualità dell'intero territorio di produzione; questo processo conduce quindi ad un cambiamento necessario quanto difficile per la tipologia del contesto rurale dell'area.

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Osservatorio del Paesaggio Dati raccolti nel 2012 dall'Osservatorio Sperimentale del Paesaggio delle colline dell'Altamarca, tramite un questionario con l'obiettivo di avere dei dati sulla percezione del territorio da parte dei residenti

Nel corso dell'esperienza attivata ed in divenire, sono stati fautori i 15 sindaci dei comuni dell'area in questione, il Consorzio di Tutela, le Aziende Sanitarie Locali, l'Arpav, il CondifesaTV, la Regione Veneto come Direzione Agroambiente e Servizio Fitosanitario, l'Università di Padova, il CRA - VIT di Conegliano, Veneto Agricoltura, la Scuola Enologica, la Comunità Montana delle Prealpi Trevigiane, la Provincia di Treviso, le aziende vitivinicole interessate nelle varie sperimentazioni, Legambiente e le Associazioni di Categoria.

Le modalità operative si sono svolte in fasi diverse, - riunioni di commissioni, confronti con i vari attori del territorio, ecc. - in circa 4 anni e ancora in intinere. Di ogni struttura indicata hanno partecipato in modo fattivo gli assessorati all'agricoltura e all'ambiente, i dirigenti ed i tecnici delle strutture pubbliche e private, il corpo docente ordinario ed i ricercatori degli enti di ricerca, le aziende con il loro personale.

 

 

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto BIO Scuola Enologica La riprova che un percorso di sotenibilità può ambire ad una viticoltura biologica.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Protocollo d'Intesa Atto firmato dai Sindaci della Denominazione Conegliano Valdobbiadene per la predisposizione del Regolamento Intercomunale di Polizia Rurale insieme alle Aziende Sanitarie Locali n. 7 e 8, Arpav e CondifesaTV
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Regolamento Intercomunale Polizia Rurale e attività correlate: le persone Questo documento, contiene i nominativi delle persone che principalmente hanno seguito i lavori delle varie iniziative dal regolamento ai progetti di ricerca
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Sostenibilità fra i giovani Il lavoro e l'esperienza scolastica dei ragazzi della Scuola Enologica sono un profondo segnale di cambiamento per gli addetti al settore ed un buon viatico per le future generazioni.

Negli ultimi anni, a seguito del processo di trasformazione dell'area in funzione di un'economia rurale, prevalentemente vitivinicola, la produzione del Prosecco Superiore ha assunto un'importanza ed un impatto sul territorio e sul paesaggio determinanti sia come opportunità che come minaccia. A tal proposito, l'opinione pubblica sul tema dell'impatto ambientale della pratica agricola ha sollevato vivaci proteste all'interno della comunità residente. Pertanto, anche sull'onda emotiva, le Amministrazioni pubbliche, di concerto con il Consorzio, cogliendo le opportunità di ricerca, hanno assunto un atteggiamento volto al cambiamento strutturale e culturale della produzione vitivinicola, che fosse in funzione della salvaguardia della salute e della sicurezza alimentare. Un cambiamento di mentalità da parte del mondo produttivo agricolo non facile, per le resistenze della tradizionalità culturale e dei comportamenti assunti. Azioni virtuose per aumentare i benefici alla comunità residente.

I progetti raccontati in prima persona Benedetto De Pizzol racconta i progetti legati alla sostenibilità nel territorio di Conegliano Valdobbiadene
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Osservazioni Stralcio di Regolamento Associazioni di categoria Rispetto alle osservazioni provenienti da Legambiente, sovrapponibili alle altre associazioni ambientaliste, quelle dei rappresentanti dei produttori agricoli sono sosteanzialmente di segno opposto. Il compito della commissione di stesura è stato quello di trovare il giusto compromesso tra le diverse esigenze.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Osservazioni allo Stralcio di Regolamento di Polizia Rurale uso Prodotti Fi Come si leggerà nelle osservazioni, in questo caso di LEGAMBIENTE, si denoterà uno spirito critico sulla stesura del regolamento, che in questo viene suggerito di adottare misure molto restrittive rispetto l'attività che si vuole regolamentare.

L'esperienza è volta alla riduzione controllata dell'impatto chimico determinato dalle attività agricole, in particolare in vigneto. Tali azioni contrastano gli effetti negativi sugli ecosistemi naturali, conservandone, ed in parte provando ad accrescere, la biodiversità e la naturalità dei luoghi contermini al vigneto. La concertazione fra pubblico e privato ha condotto ad una uniformità normativa in termini di contrasto al dissesto idrogeologico gettando le basi per la stesura di un piano di gestione ed un modello di prevenzione di movimenti franosi determinati da eventi metereologici o dalle sistemazioni idraulico agrarie. Si tratta pertanto di un modello di interazione per una governance territoriale e rurale capace di fornire elementi innovativi, in ambito legislativo e tecnico, e supporto informativo per l'avvio di nuove iniziative mirate. L'esperienza di quest'area sta trovando ripercussioni positive di esempio anche in altre aree con le medesime caratteristiche.

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Presentazione progetto PRO.S.E.C.CO valorizzazione biomasse In questa presentazione, vengono forniti i primi risultati dello studio condotto dal Prof. Raffaele Cavalli dell'Università di Padova per la produzione di energia e di compost dalle biomasse vegetali presenti nell'area DOCG Conegliano Valdobbiadene
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Life Biodiversity Un progetto ambizioso riguardante la policy di territorio nella gestione del sistema vitivinicolo inserito negli habitat del Conegliano Valdobbiadene e della Valpolicella.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto PRO.S.E.C.CO Progetto condotto dall'Università di Padova volto a valorizzare le biomasse vegetali di risulta dalle potature. Sviluppato nell'area DOCG, ha l'obiettivo di valorizzare questi materiali per la produzione di energia e di compost

L'esperienza di quest'area sta trovando ripercussioni positive visto che altre aree con le medesime caratteristiche, coma la Franciacorta DOCG, stanno prendendo da esempio il modello applicato. La Regione Veneto sta replicando questa forma di concertazione impressa dall'area DOCG, esempio ne è la predisposizione delle linee guida per la redazione dei Regolamenti di Polizia Rurale da proporre ai comuni regionali, che anche in questo caso con DGR 1379/12 è stata data la precedenza alla parte rrelativa ai Prodotti Fitisanitari. Quindi l'esperienza amministrativa sta trovando una coerenza sia sull'applicazione che la diffusione. Forti di queste azioni, e del forte ricambio generazionale, le aziende agricole locali stanno aumentando negli investimenti che riguardano la filiera produttiva sostenibile. Per quanto riguarda la ricerca, di cui alcuni studi si hanno già le evidenze, saranno utili, oltre alle realtà produttive dell'area, anche alle realtà presenti nel territorio regionale.

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf DGR Veneto 1379/12 Proposta di Regolamento Comunale sull'uso dei Allegato B DGR Veneto 1379/12: descrizione come allegato A: in sostanza dagli indirizzi è stata estrapolata una proposta di Regolamento per i Comuni del Veneto
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Indirizzi per un corretto uso dei Prodotti Fitosanitari Allegato A DGR Veneto 1379/12: questo documento è sovrapponibile allo Stralcio di Regolamento Intercomunale di Polizia Rurale dei Comuni dell'Area DOCG Conegliano Valdobbiadene alla Sezione D "Gestione ed uso Prodotti Fitosanitari" in quanto i tecnici regionali della Direzione Agroambiente e dell'Unità Periferica dei Servizi Fitosanitari del Veneto che hanno seguito l'esperienza DOCG, l'hanno poi trasferita in queste linee guida. Questa documentazione è stata poi trasmessa poi a tutti i comuni del Veneto per la loro approvazione.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Linee guida per predisposizione Regolamenti di Polizia Rurale DGR Veneto 405/2013 Costituzione di un Gruppo di lavoro per la stesura di linee guida per la stesura dei RPR: anche in questo caso la Regione del Veneto forte dell'esperienza dei Comuni DOCG Conegliano Valdobbiadene, ha ritenuto di costituire un gruppo di lavoro per la redazione di linee guida per la predisposizione dei RPR. Questa iniziativa porterà anche di una proposta di regolamento coerente con la normativa vigente e sarà trasmessa a tutti i Comuni Regionali.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Principali comtenuti dello stralcio di regolamento prodotti fitosanitari Questa presentazione contiene in forma semplificata i contenuti dello stralcio di regolamento intercomunale di polizia rurale sull'uso dei prodotti fitosanitari (Sezione D), approvata dai comuni dell'area. È stata inviata ai produttori agricoli della denominazione
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Regolamento Intercomunale di Polizia Rurale La versione definitva del Regolamento dei 15 Comuni della Denominazione Conegliano Valdobbiadene
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Regolamento uso agrofarmaci Franciacorta Solo da esempio, il Regolamento recentemente adottato dai Comuni Franciacortini suul'uso sostenibile degli agrofarmaci, prende spunto in diverse parti dal regolamento dell'area DOCG del Prosecco Superiore. Un esempio di come questo tipo di azioni possono attivare dei processi virtuosi.

La messa in rete di tutti gli attori interessati dà man forte anche alla replicabilità delle azioni messe in atto. Le ricadute trasversali delle attività di ricerca, interessando anche la popolazione locale, hanno fatto si che venisse realizzato, caso unico in Italia, un primo rapporto condotto dalla Unità Sanitaria Locale ULSS 7 di Pieve di Soligo, sulle interazioni tra alcune sostanze contenute in determinati prodotti fitosanitari ed i residenti vicino ai vigneti. La disseminazione delle iniziative avviene con incontri relativi alle varie tematiche riguardanti l'attività vitivinicola  - Viticoltura a San Pietro di Feletto, convegnistica del CRA-Vit e dell'Università di Padova - insieme alla promozione da parte del Consorzio, compresa la multimedialità. Sia nelle applicazioni delle esperienze di studio sia nelle esposizioni gli studenti al V e VI anno dell'Isiss Cerletti vengono coinvolti attivamente affinché siano la porta di ingresso per il futuro sostenibile dell'area DOCG.
 

Presentazione dei lavori Esposizione dei giovani studenti della Scuola Enologica sulle attività svolte nell'azienda agricola finalizzate al conseguimento della borsa di studio messa a disposizione dal Condifesa TV
Prof Balsari Intervento del Prof. Balsari in occasione di Viticoltura a San Pietro di Feletto 2014
Prof. Fregoni Partecipazione del Prof. Fregoni a Viticoltura a San Pietro di Feletto 2014
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Biodiversità su PlosOne Pubblicazione scientifica avente come oggetto le attività di ricerca sulla biodiversità e l'applicazione di pratiche agronomiche attente all'ecosistema circostante il vigneto.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Disseminazione progetti di ricerca Invito per il convegno di presentazione dei risultati ottenuti dalle attività di ricerca.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Giornata dimostrativa progetto Deriva Giornata pratica sulle attività di ricerca in merito alla mitigazione della deriva da prodotti fitosanitari.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Informatore Agrario Divulgazione dei risultati della ricerca sul progetto Deriva.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Informatore Agrario Progetto PRO.S.E.C.CO L'Informatore Agrario riprende lo studio condotto da Raffaele Cavalli sulla valorizzazione delle biomasse presenti nell'area DOCG Prosecco Superiore
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Informatore Agrario Regolamento uso Prodotti Fitosanitari Prosecco DOCG Articolo apparso sull'Informatore Agrario luglio 2011 in merito alla adozione dello Stralcio di Regolamento Intercomunale di Polizia Rurale sull'uso dei Prodotti Fitosanitari dei Comuni del Prosecco DOCG
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Informatore Agrario settembre 2012 Altro intervento dell'Informatore Agrario sulla applicazione dello Stralcio di Regolamento sull'uso dei Prodotti Fitosanitari
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Locandina giornata dimostrativa Giornata di dimostrazione sul funzionamento dell'impianto fisso per il trattamento fitosanitario.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Magazine giugno 2014 Alle pagine 26-32 del periodico edito dal Consorzio di Tutela, uscito a giugno 2014, un focus sui progetti dedicati alla sostenibilità
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Risultati preliminari sulla viticoltura sostenibile Presentazione delle attività di ricerca sul territorio.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Viticoltura a San Pietro di Feletto 2011 A cura dell'Amministrazione comunale, ogni anno vengono organizzati questi incontri a favore dei viticoltori dell'area DOCG e non solo, trattano le varie tematiche relative alla filiera produttiva vitivinicola.Partecipano esperti relativamente ai temi in discussione.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Viticoltura a San Pietro di Feletto 2012 Dal 2012 sono stati chiamati gli allievi della Scuola Enologica di Conegliano a condurre gli incontri.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Viticoltura a San Pietro di Feletto 2013 Come 2012
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Viticoltura a San Pietro di Feletto 2014 Come 2012