loading

Eating healthly to work better

Luogo : Torino, italy, Europe
Food consumption patterns: diet, environment, society, economy and health Food consumption patterns: diet, environment, society, economy and health
Budget totale: € 8.000,00 | Periodo: Da maggio 2014 A

Sintesi

Il progetto UniFood raccoglie un filone di attività orientate alla salute pubblica, i cui temi principali sono: alimentazione sana, filiera corta, attività fisica.
Unito ha promosso diverse attività pubbliche di educazione all'alimentazione e promozione dello sport. Una buona alimentazione deve necessariamente essere bilanciata da una appropriata attività fisica.
E' stata eseguita una revisione della letteratura sulla correlazione tra alimentazione, stili di vita e ritmi di lavoro, seguita da un focus group mirato a produrre un questionario da somministrare al campione di riferimento, i lavoratori turnisti.
Dopo aver esaminato i problemi dei turnisti abbiamo preparato delle soluzioni per mantenere una dieta corretta, a costo ridotto e facilmente applicabili, il tutto rispettando i principi di stagionalità degli alimenti e filiera corta. Nelle soluzioni proposte si tiene conto di intolleranze o patologie metaboliche. 

Partnership

Flavors of vine - Italia

Partner dell'iniziativa

Academy of free Hardware and Software ONLUS - Italia

Partner dell'iniziativa

University of study of Turin department of public health and pediatrics - Italia

Partner dell'iniziativa

Lavoro a turni e benessere: si può! Mangio, bevo e sono attivo per essere sempre al top!

Il progetto UNIFOOD non mira solamente ad informare ed educare gli individui per sviluppare delle sane abitudini alimentari, ma propone delle soluzioni facili ed economiche per chi ha particolari problemi nella preparazione dei pasti per mancanza di tempo. Con particolare attenzione ai lavoratori turnisti UNIFOOD analizza i bisogni e li risolve con soluzioni mirate. Contemporaneamente il progetto promuove attività fisica, la selezione degli alimenti stagionali e la filiera corta. Si stabiliscono dei modelli funzionali esportabili a diverse categorie della popolazione.

Educazione alimentare Attività di educazione alimentare rivolta al pubblico con degustazione
Educazione alimentare Attività di educazione alimentare rivolta al pubblico con degustazione
Educazione alimentare Attività di educazione alimentare rivolta al pubblico con degustazione
Educazione alimentare Attività di educazione alimentare rivolta al pubblico con degustazione
Insalata di cavolo sfiziosa quest'immagine fa parte del materiale esplicativo allegato alle istruzioni per gli utenti
Insalata di farro con pomodorini e tonno quest'immagine fa parte del materiale esplicativo allegato alle istruzioni per gli utenti
Insalata di finocchi e uova quest'immagine fa parte del materiale esplicativo allegato alle istruzioni per gli utenti
Le mele di nonna Pina quest'immagine fa parte del materiale esplicativo allegato alle istruzioni per gli utenti
Insalata di cavolo sfiziosa Video di preparazione di ricette con alimenti sani e stagionali adatti a chi soffre di diversi tipi di intolleranze. Tempi di preparazione e costi ridotti. il video è stato tagliato per i requisiti di caricamento.
Insalata di farro con pomodorini e tonno Video di preparazione di ricette con alimenti sani e stagionali adatti a chi soffre di diversi tipi di intolleranze. Tempi di preparazione e costi ridotti. il video è stato tagliato per i requisiti di caricamento.
Insalata di finocchi e uova Video di preparazione di ricette con alimenti sani e stagionali adatti a chi soffre di diversi tipi di intolleranze. Tempi di preparazione e costi ridotti. il video è stato tagliato per i requisiti di caricamento.
Le mele di nonna Pina Video di preparazione di ricette con alimenti sani e stagionali adatti a chi soffre di diversi tipi di intolleranze. Tempi di preparazione e costi ridotti. il video è stato tagliato per i requisiti di caricamento.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Ricettario Il ricettario contiene alcune ricette esemplificative adatte a chi soffre di intolleranze, allergie o patologie metaboliche. E' in continua fase di implementazione. Contiene un esempio per il pranzo di organizzazione settimanale della dieta per bilanciare i vari alimenti.

Quotidianamente la vita di un lavoratore è influenzata da impegni lavorativi, familiariche portano spesso a sacrificare un'adeguata alimentazione e il sonno, e ad adottare stili di vita sedentari.

Tutto questo è ancora più accentuato sui lavoratori turnisti sulle 24 ore quali ad esempio gli operatori sanitari. Oltre ad avere poco tempo per la preparazione, questo implica ad essere costretti a mangiare ad orari impropri ed ad alterare i cicli circadiani.

 

Operatori 118 Immagine che rappresenta operatori impegnati nell'assistenza del 118.
Operatori 118 Immagine che rappresenta operatori impegnati nell'assistenza del 118.
Reparto Ospedaliero Immagine che serve per descrivere il reparto medico oncologico.
Reparto Ospedaliero Immagine che rappresenta un operatore in area critica.
Reparto Ospedaliero Immagine che rappresenta un operatore in area critica
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Introduzione Tesi di Laurea in Infermieristica Introduzione con bibliografia della tesi: " Mangiar sano per lavorare meglio, lavoro a turni e benessere: si può!" "Eating healthily to work better; shift work and well-being: you can!”inserita nel filone del progetto UNIFOOD

Gli interventi prodotti hanno portato ad avere delle idee chiare in merito alle esigenze della popolazione di riferimento. Gli interventi successivi hanno portato ad una presa di coscienza, una modifica delle abitudini alimentari, degli stili di vita. L'attenzione nella selezione degli alimenti esclude automaticamente alimenti che non possano provenire dalla filiera corta, con una ricaduta positiva sull'ambiente.

I beneficiari principali dell'intevento sono lavoratori turnisti, principalmente Operatori sanitari. All'interno del contesto sanitario infatti si trovano lavoratori che svolgono turni su tutte le 24 ore, o di durata particolarmente lunga come ad esempio doppi turni. Considerata la natura del lavoro, spesso anche il tempo dedicato al pasto viene sacrificato per le esigenze del servizio.

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Questionario di indagine Il questionario di indagine è stato prodotto da un precedente focus group somministrato agli operatori sanitari e attualmente in diffusione anche tra il resto della popolazione, in Piemonte e Valle d'Aosta.

Personaggi coinvolti: Dott.ssa Sandra Bertaglia, Dott.ssa Chiara Aiello, Dott. Sandro Marrocu, Dott.ssa Silvia Ferraro, Dott.ssa Paola Fornero, Dott. Davide Levi, Paola Basso, Alberto Triverio, Federica Fersini, Dott. Ugo Avalle,  Dott.ssa Lucia Pavignano, Liana Franceschini (logo) e studenti del 1°, 2°,3° anno del Corso di Laurea in Infermieristica di Ivrea.
Consulenti: Dott. Simone Bellis, Dott.ssa Ilenia Vercellinatto. Dott.ssa Elvira Signaroldi.
Responsabili: Dott. Diego Targhetta Dur, Roberta Sturaro

Alberto Triverio Supporto nella realizzazione dei video
Chiara Aiello Partecipante al focus group
Davide Levi partecipante al focus group
Diego Targhetta Dur Reponsabile del progetto
Elvira Signaroldi consulente
Federica Fersini partecipante al focus group
Lucia Pavignano Presidente associazione SdV
Paola Basso Supporto nella realizzazione dei video
Paola Fornero partecipante al focus group
Roberta Sturaro Tesista impegnata nella progettazione
Sandra Bertaglia Partecipante focus group
Sandro Marrocu partecipante focus group
Silvia Ferraro partecipante focus group
Simone Bellis Consulente
Ugo Avalle Responsabile dell'associazione Hdemia

La principale difficoltà riscontrata nel progetto è il reperimento delle risorse finanziarie, poichè gli enti coinvolti non sono a scopo di lucro. Ciò ha influenzato le attività di produzione e post produzione del materiale e dilazionato le tempistiche del progetto, tutt'ora in corso. Per questo motivo sono state usate quasi esclusivamente risorse interne.

Data la natura complessa e multifattoriale degli argomenti trattati e del sistema in esame è inoltre impossibile definire con precisione una previsione di spesa per le attività future, considerando anche che il progetto non ha una fine prestabilita.

Un'altra difficoltà riscontrata è la rilevazione dei dati e dei risultati su una popolazione così vasta e su esiti difficilmente quantificabili, quali le modifiche agli stili di vita.

Tutta l'attività del progetto UNIFOOD ruota intorno alla selezione di determinati alimenti, e alla modifica degli stili di vita. La stagionalità e la filiera corta garantiscono un impatto positivo sull'ambiente non marcato per ogni singolo soggetto ma diffuso ampiamente.

Il progetto UNIFOOD teorizza dei modelli che possono essere adottati senza costi, offrendo anzi soluzioni per risparmiare nella preparazione dei pasti. L'utilizzo di risorse interne all'università permette di intraprendere attività di educazione e promozione con costi molto ridotti, trasferendo sugli studenti e sulla popolazione conoscenze relative agli argomenti trattati.

 

Ivrea che corre Partecipazione e collaborazione dell'Università ad eventi di promozione alla salute con punto informativo per la divulgazione di conoscenze.
Ivrea che corre Partecipazione e collaborazione dell'Università ad eventi di promozione alla salute con punto informativo per la divulgazione di conoscenze.
Ivrea che corre Partecipazione e collaborazione dell'Università ad eventi di promozione alla salute con punto informativo per la divulgazione di conoscenze.
Promozione della salute Attività di educazione alimentare e sportiva.
Promozione della salute Attività di educazione e promozione sportiva
Promozione della salute Attività di educazione e promozione sportiva
UISP per tutti Partecipazione e collaborazione dell'Università ad eventi di promozione alla salute con punto informativo per la divulgazione di conoscenze.

Oltre alle attività già discusse nei punti precedenti, quali convegni, attività educative e promozionali, produzione di materiale video, si stanno sviluppando nuove strategie. 

E' in corso d'opera la diffusione su piattaforme web dell'università, la progettazione di corsi online e di applicazioni per la selezione delle ricette con filtri automatici per tutti i criteri già descritti: stagionalità, filiera corta, intolleranze, allergie, dieta vegetariana, dieta vegana, dieta ipocalorica e dieta ipoproteica. Il progetto avrà altresì delle piattaforme online proprie e diffusione sui social network. 

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Mangiar sano per lavorare meglio Manifesto pubblicitario di promozione del progetto.