loading

Instantaneous heating: a technology for the remediation and disinfection of the cultivation environment aimed at improved food safety.

Luogo : Ferrara, italy, Europe
Quantitative & qualitative enhancement of crop products Quantitative & qualitative enhancement of crop products
Budget totale: € 250.000,00 | Periodo: Da gennaio 2006 A dicembre 2015

Sintesi

La nostra tecnologia innovativa riduce l’utilizzo di fitofarmaci e diserbanti negli ambienti agroalimentari migliorando la salubrità dei cibi e la sostenibilità dei processi produttivi e contribuendo alla sicurezza alimentare. Ad oggi sono state maturate molteplici esperienze in campo agricolo e zootecnico con particolare riferimento alle produzioni orto-frutticole ed agli allevamenti avicoli. Il calore istantaneo, prodotto con fiamma libera mediante bruciatori alimentati a gas GPL, disinfetta i residui dall’inoculo batterico e fungino (residui della raccolta di ortaggi, potature, foglie cadute a terra, lettiere avicole) ed evita l’utilizzo di diserbanti. La tecnologia a basso impatto ambientale attua buone pratiche di profilassi fitoiatrica, nel rispetto dell’ambiente e degli equilibri biologici degli agro-ecosistemi, favorendo il ripristino della fertilità del suolo e del benessere animale nei sistemi produttivi intensivi, con ricadute positive sull'economia delle filiere di settore

Partnership

Agricultural Research Council of Italy - CRA - Italia

Candidato guida

l Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura (CRA) è un Ente nazionale di ricerca e sperimentazione con competenza scientifica generale nel settore agricolo, agroindustriale, ittico e forestale.

JERMANN DI SILVIO JERMANN SRL - Italia

Partner dell'iniziativa

VITICOLTURA – PRODUZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE VINI – COLTIVAZIONE CEREALI E LEGUMI BIOLOGICI

Ferrari Fratelli Lunelli spa - Italia

Partner dell'iniziativa

Produzione e commercializzazione esclusiva, dal 1902, di spumanti a denominazione Trento doc, elaborati con il Metodo Classico, cioè attraverso la rifermentazione in bottiglia, stesso metodo utilizzato per la produzione dello Champagne.

O.P. LA MAGGIOLINA SOC.AGR.CONS.A R.L. - Italia

Partner dell'iniziativa

O.P. La Maggiolina società agricola consortile a r.l. è una Organizzazioni di Produttori agricoli costituita nel mese di settembre 2008, composta attualmente da 7 aziende agricole dislocate in Campania, Lombardia e Veneto. Ogni socio, per la particolarità del sito produttivo ed esperienza si occupa solo di alcuni prodotti, al fine di garantirne la qualità ed il prezzo più ottimale. Il nostro obiettivo per il futuro e ' di incrementare ulteriormente i volumi di produzione biologica per soddisfare la domanda crescente del mercato.

Officine Mingozzi Natale - Agricultural Machinery Manufacturer - Italia

Partner dell'iniziativa

costruzione di macchine agricole, sviluppo di prototipi e linee di meccanizzazione innovative, assistenza agli imprenditori agricoli sulle tematiche della meccanizzazione

'Pirodisinfezione' in agricoltura: si attua mediate impiego di 'calore istantaneo' prodotto con fiamma libera (gas GPL) per disinfettare i residui colturali (residui della raccolta di ortaggi, potature, foglie cadute a terra, lettiere avicole) da inoculo batterico e fungino. Potrà essere limitato l’utilizzo di fitofarmaci e diserbanti negli ambienti agroalimentari, migliorando la salubrità dei cibi e la sostenibilità dei processi produttivi, contribuendo alla sicurezza alimentare. Ad oggi sono state maturate molteplici esperienze in campo agricolo e zootecnico con particolare riferimento alle produzioni orto-frutticole ed avicole. La tecnologia a basso impatto ambientale attua buone pratiche di profilassi fitoiatrica, nel rispetto dell’ambiente e degli equilibri biologici degli agro-ecosistemi, favorendo il ripristino della fertilità del suolo e del benessere animale nei sistemi produttivi intensivi, con ricadute positive sull'economia delle filiere di settore.

Introduzione di buone pratiche e nuove tecnologie a basso impatto ambientale per prevenire e contrastare l'insorgere di patologie a carico delle colture agrarie, forestali ed in campo zootecnico. Grazie al trattamento termico istantaneo dei terreni di coltivazione, dei residui colturali e delle lettiere sono state risolte molte delle problematiche legate alle principali malattie presenti in campo agricolo e zootecnico, per la salubrità degli alimenti e per il benessere degli animali.

Disinfezione delle potature del kiwi mediante fiamma libera Riduzione dell’inoculo batterico mediante trattamento dei residui di potatura del kiwi con calore istantaneo ottenuto mediante la combustione di gas GPL, le elevate temperature disinfettano anche gli essudati batterici caduti a terra.
Pirodiserbo e minima lavorazione del terreno Riduzione delle lavorazioni del terreno nelle coltivazioni in serra di prodotti per la IV gamma; con la macchina combinata per ‘erpicatura e pirodisinfezione’ si esegue una minima lavorazione strato superficiale del suolo (limitata ai primi 3-10 cm) con la contemporanea sterilizzazione superficiale del terreno, operazione che consente di predisporre la baulatura ad accogliere il ciclo colturale successivo tramite semina o trapianto.
Pirodiserbo e spollonatura in vigneto Applicazione di calore istantaneo in viticoltura finalizzato alle seguenti operazioni: • diserbo di entrambe le file (larghezza di lavoro registrabile da 30 a 60 cm per ogni lato) • spollonatura del vigneto (esplosione della cellula linfatica dei polloni) • lotta alle malattie fungine mediante innalzamento della temperatura istantanea, a terra e nella zona bassa del fusto, oltre i 100 °C per una durata di qualche secondo.

La moderna agricoltura ha intensificato e semplificato i sistemi ed i metodi di allevamento zootecnico e di coltivazione agrarie basandosi su un ingente impiego di input chimici, che ha compromesso l'equilibrio degli agro-ecosistemi. L'attuale indirizzo riconosce la necessità di dover reintrodurre buone pratiche di difesa e di controllo ad oggi abbandonate, riproponendole mediante impiego di mezzi e strumenti innovativi. Il reimpiego del trattamento termico in agricoltura rappresenta una delle migliori soluzioni possibili, nel rispetto delle popolazioni rurali, del clima e dell'ambiente.

Pirodiserbo e lotta alle malattie fungine in frutteto Applicazione di calore istantaneo nel frutteto utilizzato come: • intervento per ottenere la riduzione dell’inoculo fungino sui residui di potatura lasciti a terra dopo la trinciatura dei medesimi; • operazione di pirodiserbo.
Pirodiserbo e sterilizzazione del terreno Sterilizzazione superficiale del terreno utile nella lotta al batterio Escherichia Coli soprattutto nelle produzioni di valerianella, preconfezionata per il consumo fresco (IV gamma). L’applicazione del calore istantaneo sul terreno riduce la germinabilità dei semi (delle piante infestanti) che si trovano in superficie
Pirodisinfezione degli allevamenti Applicazione del calore istantaneo in allevamento (pirodisinfezione) per evitare l’uso di acqua per il lavaggio e di prodotti chimici per la disinfezione della pavimentazione nell’allevamento dei broilers al chiuso.
Eliminazione del residuo, Az. Agr. Sonzogni Giuliano L’applicazione di calore istantaneo per l’eliminazione del residuo dopo raccolta provoca la fuoriuscita di vapore dal residuo e la sua essicazione trasformandolo in sostanza organica immediatamente disponibile per il terreno. La macchina è utilizzata su grandi superfici coltivate ed è montata asimmetricamente rispetto alla mezzeria e permette alla trattrice di intervenire su due prose affiancate percorrendo le carreggiate prefissate per il lavoro.
Sterilizzazione Kiwi Sterilizzazione dei residui di potature nell’actinidieto. L’applicazione di calore istantaneo per l’eliminazione del residuo dopo la potatura provoca la sterilizzazione dei medesimi per la eliminazione del PSA (Pseudomonas syringae pv.actinidiae) qualora sia presente all’interno dei rami. Si è proceduto alla potatura delle piante è si è costituita una andana con i tralci delle potature . La macchina ha effettuato la trinciatura ed il contemporaneo trattamento con il calore.
Viticoltura - pirodiserbo in viticultura nelle Aziende Ferrari Applicazione del calore istantaneo tramite macchina da pirodiserbo dotata di applicazione anteriore del braccio semplice di lavoro e porta bombole riscaldato posteriore. Tale modello viene utilizzato per il trattamento in vigneti e frutteti posti in collina o zone pedemontane dove lo spazio di uscita dalle file è molto limitato. L’applicazione provoca la fuoriuscita di vapore dalle erbe infestanti e questo dimostra che la temperatura raggiunta a terra supera i 100°C

Rilievo della riduzione di inoculo relativo al rischio di contrarre la batteriosi del Kiwi (PSA); applicazione e semplificazione delle operazioni di gestione e trattamento dei residui delle lavorazioni in campo agricolo e zootecnico; minor impiego di sostanze chimiche di sintesi, miglioramento e tutela ambientale delle aree rurali; miglioramento delle condizioni lavorative e della salute degli operatori a seguito delle minori esposizioni a sostanze chimiche nocive.

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Avicoltura Pirodisinfezione
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Pirodiserbo Frutteto Vigna Kiwi
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Pirodiserbo La nuova frontiera nella lotta contro la PSA nel Kiwi

Gli operatori del comparto agricolo e zootecnico;
le aziende del comparto agro-meccanico;
le collettività agricole, le popolazioni presenti nelle aree rurali;
i consumatori dei prodotti agricoli e zootecnici;

Eliminazione e disinfezione dei residui di potatura del kiwi Il trincisarmenti a martelli posto anteriormente alla macchina combinata effettua la trinciatura dei residui di potature primaverili ed invernali, contemporaneamente la macchina effettua la ‘pirodisinfezione’ dei residui legnosi e delle foglie cadute a terra, lanciandoli direttamente nella camera calda nella quale la fiamma consente l’abbattimento dell’inoculo batterico
Pirodiserbo su vigneto in collina Applicazione di calore istantaneo per l’esecuzione del pirodiserbo sulla fila con larghezza di lavoro di 30 cm; nel contempo si esegue la spollonatura e la lotta alle malattie fungine. Il carrello posto all’estremità posteriore della macchina ne aumenta la stabilità in una situazione di impiego in collina, facilitando nel contempo l’operatore nella corretta esecuzione del trattamento.
Pirodisinfezione su colture di IV Gamma La macchina esegue la minima lavorazione del terreno, consentendo di preparare il suolo anche se esso è bagnato poiché è sufficiente che sia asciutto in superficie. L’effetto del calore rilasciato dall’azione della macchina permette di asciugare lo strato superficiale del terreno e, pertanto, consente di procedere con l’immediata operazione di semina o trapianto. L’operazione consente anche di eliminare eventuali residui vegetali rimasti dopo la raccolta della coltura precedente.
Impianto di Barbatelle - pirodiserbo su impianto di barbatelle Applicazione di calore istantaneo per l’esecuzione del pirodiserbo in un impianto di barbatelle. La presenza del getto d’arie è fondamentale nell’eseguire questa tipologia d’intervento poiché impedisce la risalita di calore sulle foglie delle piante (le foglie basse si trovano ad una altezza da terra di cm 20 circa). Contemporaneamente all’operazione di diserbo si esegue anche una lotta contro le malattie fungine.
PTRL - Sterilizzazione - sterilizzazione e minime lavorazioni del terreno Applicazione di calore istantaneo per l’esecuzione della sterilizzazione superficiale del terreno. La macchina esegue minime lavorazioni del terreno che viene predisposto immediatamente per la semina. Il calore immesso nel terreno eleva la sua temperatura fino a trasformare l’umidità del terreno in vapore. Le minime lavorazioni rispettano la struttura del terreno mantenendone intatta la capillarità e quindi riducendo il fabbisogno di acqua per le colture successive.
Pirodiserbo - pirodiserbo in frutteto Pirodiserbo in frutteto. Il pirodiserbo quindi non brucia le erbe infestanti, ma subito dopo il trattamento col il calore le piante trattate presentano una variazione di pigmentazione; si accentua fortemente il colore verde delle foglie. Tale manifestazione è visibile in un paio di minuti e ciò a causa della fuoriuscita della linfa dalla cellula. Dopo alcuni giorni si può valutare appieno la riuscita del trattamento poiché le piante assumono il classico colore giallo proprio della pianta secca.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf L’impiego del calore istantaneo per ridurre i rischi da PSA L’impiego del calore istantaneo per ridurre i rischi da PSA nell’actinidieto

n° 2 Imprenditori del settore agro-meccanico (personale responsabile);
n° 2 Ingegneri meccanici progettista esperti in meccanica agraria;
n° 15 operatori metalmeccanici;
n° 3 ricercatori dell'Unità di ricerca per l'ingegneria agraria (CRA-ING), esperti in meccanica agraria e meccanizzazione dell'azienda agricola e forestale (personale responsabile);
n° 3 ricercatori del Centro di ricerca per la frutticoltura (CRA-FRU) esperti nella gestione della tecnica colturale dei fruttiferi e delle azioni di difesa dalle malattie delle piante da frutto (personale responsabile);
n° 10 imprenditori in agricoltura titolari conduttori di aziende orto-frutticole e avicole;
n° 5 responsabili della divulgazione tecnica. 

Pirodiserbo con macchina a doppia testata in Frutteto Bio Applicazione di calore istantaneo con la macchina a testata doppia. L’attrezzatura è dotata di bocche ventilanti attraverso le quali fuoriesce una lama d’aria forzata generata da un potente ventilatore a comando idraulico. Il flusso laminare effettua la schermatura della fiamma prodotta dai bruciatori: tale accorgimento ripara la fiamma dalle condizioni atmosferiche esterne ed impedisce la risalita del calore, in caso di vento contrario, lungo il fusto della pianta.
Pirodisinfezione degli allevamenti Operazione di pirodisinfezione eseguita mediante l’impiego dell’attrezzatura manuale in dotazione alla macchina come accessorio. Tale operazione si rende obbligatoria per poter disinfettare la pavimentazione ed eliminare gli insetti dannosi (tenebrioni, blatte, ecc. ecc..). L’operazione riguarda tutte quelle zone dell’allevamento che non possono essere raggiunte dalla macchina applicata alla trattrice, per questioni di ingombro di strutture fisse.
Pirodisinfezione e lotta alle malattie fungine L’operazione consente di affinare il terreno per la semina e di disinfettarlo fino a 2-3 cm di profondità. Si evita di ripetere la vangatura ad ogni ciclo, evitando di creare una eccessiva macroporosità nel terreno. Migliora l’efficienza di irrigazione (l’acqua apportata permane nello strato esplorato dalle radici) e di concimazione (i concimi distribuiti ad inizio stagione non vengono dispersi in profondità). Nel terreno si raggiunge la temperatura di 100°C e fuoriesce vapore.
PTRS 3800 - sterilizzazione superficiale del terreno pre-semina Applicazione di calore istantaneo per effettuare la sterilizzazione superficiale del terreno utile nella lotta al batterio Escherichia Coli soprattutto nelle produzioni di valerianella. Macchina ad alta produttività (12.000 mq/orari) che prepara con il suo passaggio anche le baulature nel terreno L’applicazione del calore istantaneo sul terreno produce l’alterazione della germinabilità dei semi d’infestanti che si trovano in superficie.
Pirodiserbo in Franciacorta Pirodiserbo e spollonatura su vigneto in Franciacorta Applicazione di calore istantaneo per l’esecuzione del pirodiserbo e la spollonatura in vigneto ad alta densità. Tale vigneto e posto in zona collinare e quindi la macchina dotata di carrello con ruote e viene applica sul sollevatore posteriore della trattrice. Questa soluzione facilità molto l’operatività della macchina che può raggiungere una velocità di lavoro di 5-6 km/ora.
Pirodiserbo in frutticoltura con piante conformate a vaso Applicazione di calore istantaneo per l’esecuzione del pirodiserbo su frutticoltura con piante conformate a vaso. La larghezza di applicazione de trattamento deve essere pressoché uguale alla larghezza della chioma della pianta. Per far questo è necessario approntare una macchina dotata di braccio lungo con ruota di appoggio a terra per aumentare la stabilità di lavoro. La barriera d’aria prodotta dalla macchina consente di mantenere il calore a terra senza arrecare danno alle foglie.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Relazione CRA-FRU kiwi 2014 Macchina ecocompatibile per la bonifica e la disinfezione dell’actinidieto atta a ridurre i rischi da PSA (Pseudomonas Syringae pv. Actinidiae), utilizzando come combustibile il G.P.L.”
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Relazione CRA-ING Orticoltura Macchina per “il pirodiserbo e la pirodisinfezione nelle colture orticole intensive ad alto reddito”

Difficoltà nel reperimento delle risorse economico-finanziarie per la progettazione, realizzazione, sperimentazione e messa a punto delle idee progettuali. Difficoltà nell'individuazione dei siti ove approntare le tecnologie innovative proposte. tali aspetti sono stati affrontati e risolti grazie alla partecipazione a bandi pubblici per l'assegnazione di finanziamenti riguardanti lo sviluppo di linee di meccanizzazione innovative e alla possibilità di poter disporre dei campi sperimentali del CRA-FRU per le prove di efficacia. Inoltre i ricercatori del CRA ING hanno contribuito con le loro competenze ingegneristiche alla messa a punto delle tecniche proposte. Difficoltà nella diffusione e trasferimento dei risultati ottenuti dall'impiego di tali tecnologie, legate allo scetticismo generalizzato verso tecniche innovative basate su metodi non chimici e non impattanti. Tentativi di ostacolare l'adozione di buone pratiche innovative e sostenibili da parte della grande industria.

Pirodiserbo in vigneto su macchina semovente cingolata Applicazione di calore istantaneo con il modello di macchina sviluppato per il lavoro in vigneti ad alta densità d’impianto, caratterizzati da interfile molto strette e larghezza utili di appena 1,40 m, situazione frequente nei vigneti delle zone collinari o pedemontane. La macchina è montata anteriormente alla trattrice idrostatica, per consentire all’operatore di controllare meglio la macchina durante l’esecuzione del trattamento, che viene effettuato a velocità di lavoro fino a 6 km/ora.
Pirodisinfezione in allevamento Applicazione di calore istantaneo mediante macchina per pirodisinfezione. L’attrezzatura è dotata di bruciatori laterali che permettono di sterilizzare anche le pareti laterali del capannone in cui sono ospitati gli animali. Questa operazione permette di eliminare l’impiego dei disinfettanti normalmente utilizzati all’interno di queste strutture, consentendo di migliorare il benessere degli animali.
Pirodisinfezione in serra con macchina doppia Applicazione di calore istantaneo per eliminare la vegetazione rimasta dopo la raccolta, utilizzando la macchina con fronte di lavoro ampio dedicata alle grandi serre. L’essicazione della vegetazione residua apporta sostanza organica al terreno (immediatamente disponibile), abbattendo nel contempo la carica di inoculo presente sui residui colturali. La macchina è montata a sbalzo per permettere alla trattrice di trattare due baulature alla volta, percorrendo le carreggiate prefissate.

L'impiego del 'calore istantaneo' può essere considerato a basso impatto ambientale in quanto permette di ridurre l'uso di sostanze chimiche in agricoltura. Inoltre per produzioni orticole in serra la tecnica della 'pirodisinfezione' permette di adottare tecniche di minima lavorazione per la predisposizione dei terreni alla semina, conservando la sostanza organica presente nei terreni a tutto vantaggio della fertilità del suolo. Nelle coltivazioni frutticole l'abbattimento dell'inoculo sui residui (foglie, potature, ecc.) rappresenta una valida strategia di prevenzione delle malattie a vantaggio del ripristino degli equilibri colturali. Negli allevamenti avicoli la disinfezione dell'ambiente di allevamento ha favorito il benessere degli animali e ha permesso di limitare l'uso di disinfettanti chimici (fungicidi, battericidi), con il conseguente raggiungimento di maggiori livelli qualitativi delle carni.     

Disinfezione di residui di potatura del kiwi con la fiamma Applicazione di calore istantaneo su potature di kiwi, disposte in andana nell’interfilare. La macchina combinata effettua la trinciatura ed il contemporaneo trattamento termico del materiale, bonificando l’ambiente di lavoro in maniera ecologica (si utilizza GPL come combustibile per alimentare la fiamma). La macchina è stata concepita per permettere l’utilizzo separato dei due organi (solo trinciatrice, solo pirodisinfezione) al fine di consentirne un migliore utilizzo in azienda.
Pirodiserbo in vigneto ad alta densità Applicazione di calore istantaneo con macchina a braccio di lavoro singolo, utilizzata su vigneto. I bruciatori vengono posizionati ad una distanza di circa 30 cm dalle piante, la fiamma investe direttamente la zona da trattare, compreso il fusto. Le piante vengono liberate dalle erbe infestanti , trovandosi maggiormente arieggiate e soleggiate. Questa condizione migliora il microclima e la pulizia intorno alla pianta, evitando l’impiego di diserbanti chimici e riducendo quello dei fitofarmaci.
Pirodiserbo su asparago Macchina per pirodiserbo utilizzata durante la fase di raccolta dell’asparago in presenza del prodotto da raccogliere. Poiché l’asparago presenta una notevole resistenza al calore si può intervenire anche durante il periodo della raccolta a velocità elevate (non inferiori a 5 km/ora) senza causare danni alle piante. Questo permette di controllare le infestanti senza impiegare i diserbanti chimici, a vantaggio della salubrità alimentare.
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Avicoltura Progetto Avicoltura
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Orticoltura Progetto Orticoltura

La sostenibilità delle tecniche di 'pirodisinfezione' è garantita dall'impiego di una tecnologia smart, le macchine per l'applicazione del trattamento termico sono caratterizzate da semplicità costruttiva ed affidabilità durevole nel tempo. L'acquisto dell'attrezzatura richiede modesti costi iniziali d'investimento, bassa manutenzione e ridotti costi di utilizzo. La tecnologia inoltre è caratterizzata da semplicità di impiego da parte degli utilizzatori finali, senza richiedere formazione specializzata. La tecnica si inserisce facilmente nelle ordinarie azioni di gestione aziendale  evitando di stravolgere gli aspetti logistici ed organizzativi nella conduzione delle aziende dei rispettivi comparti. 

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto Frutticoltura Viticoltura Progetto Frutticoltura Viticoltura

I risultati ottenuti dalle attività di ricerca e sviluppo sono stati divulgati mediante partecipazione a convegni di settore con  pubblicazione di atti; pubblicazioni su riviste specializzate, eventi dimostrativi, eventi fieristici, incontri tematici, eventi formativi.
Realizzazione sito web (www.pirodiserbo.it) nel quale è raccolta una ampia ed approfondita documentazione tecnica  illustrativa delle tecniche e delle relative macchine ed attrezzature. 
-Esposizione della macchina per "pirodiserbo e pirodisinfezione nelle colture orticole intensive ad alto reddito” in occasione dell'Esposizione Internazionale delle Macchine Agricole (EIMA 2012) e comunicazione  dei risultati ottenuti al convegno organizzato dall'ENAMA. 
-Esposizione della "macchina combinata per la bonifica e la disinfezione dell’actinidieto atta a ridurre i rischi da PSA" in occasione 31° Mostra internazionale della filiera ortofrutticola (Macfrut2014) e comunicazione dei risultati tramite workshop dedicato.  

Az Agricola Agrilatina Sterilizzazione e minime lavorazioni del terreno Applicazione del calore istantaneo per la sterilizzazione superficiale del terreno con contemporanee minime lavorazioni ed eliminazioni di piccole radici e resti della coltura precedente. Questa operazione aumenta l’arieggiamento del suolo influenzando la mineralizzazione della sostanza organica e la formazione della sua struttura che agisce sulla circolazione dell’acqua e quindi sui tempi e sui modi del rilascio dei nitrati nella falda acquifera.
Pirodiserbo Frutticoltura Applicazione di calore istantaneo in frutticoltura Applicazione di calore istantaneo in frutticoltura tramite macchina a braccio semplice operante nella parte posteriore della trattrice. La velocità con la quale si esegue il trattamento permette di non danneggiare i tubi di irrigazione anche se posti a terra e quindi soggetti all’esposizione della fiamma diretta. L’operazione è ad impatto ambientale zero ie quindi si può effettuare anche con le piante in piena fioritura.
Pirodiserbo con macchina portata da trattrice cingolata Applicazione di calore istantaneo con macchina da pirodiserbo con braccio di lavoro operante su fila semplice con larghezza di lavoro di 40 cm. Viene effettuato un singolo passaggio per ogni fila. La rottura della membrana della cella linfatica provoca la fuoriuscita della linfa e l’immediato e repentino cambio di colore delle erbe infestanti. L’evaporazione dell’umidità presente sul terreno indica che la temperatura sul terrone è superiore a 100 °C.
Pirodiserbo in viticoltura, Az. Agr. Cà Selva Applicazione di calore istantaneo con macchina dotata di doppio braccio di lavoro. La macchina è montata anteriormente alla trattrice e consente una miglior visibilità di lavoro permettendo una maggiore velocità di esecuzione de trattamento. Un braccio, lato destro di marcia, è gestito tramite comandi manuali dall’operatore; l’altro braccio e posizionato in maniera automatica da un sensore che lo dispone automaticamente ad una distanza corretta dalla fila, circa 30 cm
Pirodiserbo su Aglio Applicazione del pirodiserbo su aglio in post trapianto. Applicazione del calore istantaneo mediante attrezzatura da pirodiserbo montata su sarchiatore a file. L’operazione si può eseguire n post-trapianto quando l’altezza del prodotto è almeno 20 cm (la pianta ha 4 foglie vere). Il trattamento di pirodiserbo viene effettuato sulla fila dell’aglio per una larghezza di cm 15. Il prodotto non subisce alcun danno poiché è protetto nella sua parte alta (apice centrale) da un getto d’aria
Pirodiserbo su Erba Medica Lotta alla cuscuta su impianti di erba medica L’applicazione del calore in forma istantanea sulla cuscuta in impianti di erba medica provoca l’esplosione della cellula linfatica della cuscuta che trovandosi sopra l’erba medica la protegge da eventuali danni dovuti al calore. Questo intervento deve essere compiuto dopo alcuni giorni dall’operazione di sfalcio dell’erba medica. Questa metodologia di lavoro consente di trattare soltanto le zone in cui la pianta parassita è presente.