loading

TASTY HEALTHY AND CLOSE

Luogo : Milano, italy, Europe
Food consumption patterns: diet, environment, society, economy and health Food consumption patterns: diet, environment, society, economy and health
Budget totale: € 0,00 | Periodo: Da gennaio 2012 A

Sintesi

Scopo del progetto è stato quello di creare da un lato una filiera produttiva interamente tracciata e identificata nelle sue componenti genetiche e,dall'altro,quello di ottenere una utilizzazione completa della produzione senza scarti di prodotto nel rispetto dell'ambiente. A tal fine,attraverso la collaborazione con il Parcotecnologico Padano,si è individuato il DNA della varietà del riso esaminato,il che ha consentito di poter garantire l'assoluta qualità e la corrispondenza della varietà di riso con le indicazioni aggiunte all'etichetta.Si è cosi in grado di controllare il prodotto dalle sementi fino alla distribuzione.L'altro aspetto economicamente rilevante è stato l'utilizzo dei sottoprodotti derivati dal riso.Dalla collaborazione con l'impresa Offelleria Tacchinardi sono nati una serie di prodotti gluten free che hanno ricevuto anche riconoscimenti dal Fosan.L'integrazione tra territorio,aziende ed istituti di ricerca,ha consentito di poter offrire prodotti di alta qualità.

 

Partnership

Offelleria Tacchinardi dal 1805 srl - Italia

Candidato guida

Distretto rurale riso e rane - Italia

Partner dell'iniziativa

Il Consorzio ha agito sull’abbattimento dei costi dei fattori produttivi con risultati soddisfacenti. Ha operato per costituire una rete di partner esterni coinvolgendo i comuni del territorio, le aree protette e altri operatori, compreso un centro di ricerca e sviluppo quale il Parco tecnologico padano di Lodi. In collaborazione con quest’ultimo il Consorzio ha elaborato il progetto “Dna controllato”, unico in Italia, per potersi fregiare di un ulteriore marchio che garantisce l’assoluta trasparenza delle produzioni, verificando geneticamente la corrispondenza varietale del riso commercializzato. Ha inoltre creato un logo per valorizzare la propria immagine, sostenendola anche attraverso la partecipazione a eventi e manifestazioni locali. Numerosi altri progetti sono attualmente in fase di sviluppo col fine di migliorare la competitività delle aziende in un mercato sempre più difficile e squilibrato.

Parco Tecnologico Padano - Italia

Partner dell'iniziativa

Progetto "Buono sano e vicino" LA TERRA INCONTRA LA sCIENZA

I principali aspetti innovativi del progetto realizato sono stati :

- le strategie comuni di coltivazione, strettamente legate alla ricerca scientifica, volte al raggiungimento di risultati tangibili in grado di valorizzare la produttività e di razionalizzare l'utilizzo di sostanze di sintesi al fine di permettere un minor impatto ambientale ed una riduzione di costi di produzione.

-l'utilizzo di un software (sistema informatizzato) che consente di risalire alla produzione ed alle caratteristiche specifiche di un singolo prodotto consentendone così la piena e completa tracciabilità.

-la inclusione sociale e la promozione della qualità di vita degli intolleranti al glutine, attraverso la disponibilità di alimenti gluten free di alta qualità organolettica e salutistica, in coerenza con Regolamento Com. n°609/2013

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Brochure Dolce Sorriso Brochure illustrativa del prodotto
../file-system/small/page ../file-system/small/page Premio Fosan Comunicazione esito premiazione
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Salone della ricerca e innovazione alimentare Presentazione primi esiti della ricerca

Il contesto nel quale si è sviluppato il progetto è costituito da taluni elementi specifici:

-da un punto di vista geografico il Consorzio Riso e Rane è stato costruito nel 2011 mediante una aggregazione di 63 aziende agricole produttrici di riso con una superficie interessata di 30.513ha, con una produzione di 25.000 tonnellate di riso grezzo. I  comuni interessati presentano una grande omogeneità ambientale, economica e cuturale che ha favorito l'aggregazione.

-Da un punto di vista tecnologico, il Distretto ha fatto riferimento all'Università Statale di Milano ed in particolare ha stretto una collaborazione con il Dipartimento economico, con il dipartimento di Scienze agrarie ed ambientali e con il Dipartimento di Scienze veterinarie.

-Da un puto di vista qualitativo, sono stati sviluppati e realizzati prodotti gluten free con Tacchinardi i cui brillanti risultati hanno concluso il ciclo relativo al recupero degli scarti della lavorazione del riso,per ottenere prodotti trasformati.

Foto Area Distretto Riso e Rane Foto Area geografica di interesse
Foto risaie del territorio interessato risaie del territorio interessato
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Progetto finale Distretto Distretto Riso & Rane – Buono, Sano e Vicino PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA NUOVA FORMA ORGANIZZATIVA DEL SETTORE RISICOLO: IL DISTRETTO RISO & RANE, UN'ORGANIZZAZIONE CON L'AGRICOLTURA AL CENTRO

I principali risultati ottenuti sono così riassunti:

1. selezione delle migliori qualità di riso 

2. conoscenza completa del prodotto attraverso l'individuazione e l'analisi del suo DNA

3. realizzazione di un sistema informatizzato che consente di risalire alla produzione ed alle caratteristiche specifiche di ogni singolo prodotto, cioè una completa tracciabilità del prodotto dal terreno alla sua trasformazione. Attraverso tale sistema il consumatore finale sarà in grado di risalire a tutti gli step (dalla selezione delle sementi alla coltivazione delle stesse, alla produzione del riso e dei prodotti che ne derivano) al fine di farlo avvicinare al mondo agricolo e tecnologico, nonchè a vivere le peculiarità del proprio territorio.

4. utilizzazione di tutti gli scarti di produzione (attualmente utilizzati come mangime per animali), per la produzione di cibi gluten free di altissima qualità.

5. realizzazione di un disciplinare di produzione e di un disciplinare qualitativo/merceologico

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Premi Fosan 2014 , pag 1 Concorso Nazionale "Qualità del gluten free" indetto da FOSAN
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Premi Fosan 2014 , pag 2 Concorso Nazionale "Qualità del gluten free" indetto da FOSAN
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Regolamento Fosan Regolamento Concorso Fosan 2014

I beneficiari dell'iniziativa possono essere così raggruppati:

1. i produttori, perchè possono conoscere tutte le caratteristiche organolettiche di prodotti scegliendone la qualità con opportune politiche di selezione delle sementi, possono altresì standardizzare le produzioni a livelli elevati.

2. i consumatori, perchè ottengono un prodotto di altissima qualità alimentare del quale conoscono tutta la sua vita,dalla filiera produttiva fino alla distribuzione al dettaglio. La sicurezza alimentare diventa, quindi, massiva.

3. i celiaci o gli intolleranti al glutine, perchè possono usufruire di una vasta gamma di prodotti gluten free di altissima qualità, si attua così l'inclusione sociale prevista dal Regolamento 609/2013

Le persone coinvolte direttamente nel progetto sono state:

Dottor Marco Magni, Direttore del Distretto Rurale Riso e Rane.

Francesco Galimberti, Presidente del Distretto Riso e Rane nonchè risicoltore.

Dottor Pietro Piffanelli Coordinatore Scientifico Piattaforma Genomica  e Genomica del riso del Parco Tecnologico Padano di Lodi

Dottor Davide Ederle, responsabile delle relazioni esterne del Parco Tecnologico Padano di Lodi.

Dottoressa Tiziana Polimeno, esperta di alimentazione, responsabile del settore Ricerca e Sviluppo, creatrice di prodotti  di qualità per celiaci, e lo staff di pasticceri di  Offelleria Tacchinardi dal1805 srl,

- Ridare valore ad un prodotto di scarto, oggi venduto come alimento animale.
- Salvaguardia del territorio, migliorando la produttività dei campi e portando la qualità a livelli più alti.
- Studiare alimenti per celiaci di qualità elevata e con un rapporto qualità/prezzo accettabile dal mercato.I dati statistici sugli alimenti gluten free sono pochi e non omogenei perché è stato necessario effettuare uno studio di campioni casuali.
- Studiare nuove aggregazioni per i prodotti da forno realizzati in assenza di glutine.
La persona che ha affrontato/risolto taluni di questi problemi è stata la Dottoressa Polimeno che, grazie ai suoi studi ha reso possibile la realizzazione di  prodotti di altissima qualità gluten free ma adatti a tutti, utilizzando specifiche tecniche di lavorazione che hanno consentito la creazione di composti a struttura aggregata pur in assenza di glutine e senza l'utilizzo di coadiuvanti tecnologici o prodotti di sintesi.

 

L’esperienza fatta ha dimostrato di costruire una buona pratica da alcuni punti di vista:
1.ha migliorato le coltivazioni consentendo un uso estensivo delle produzioni migliorandone la qualità del prodotto e consentendone una omogeneizzazione; ciò ha consentito una razionalizzazione nelle tecniche di coltivazione sull’intero territorio considerato ed una produzione di alta qualità.
2.l’impatto ambientale delle coltivazioni di riso è tra i più bassi in relazione ad altre per l’assenza di manipolazioni genetiche. I campi di riso vengono infatti coltivati da molti secoli senza forzare la natura, con metodi naturali.
3.il controllo completo della filiera produttiva e la sua tutela consente di avere una qualità finale eccellente i cui parametri codificati consentono il rispetto totale degli ecosistemi e della biodiversità del territorio.
4.razionalizzazione dell’uso di fertilizzanti in conformità a quanto previsto del disciplinale predisposto dal Distretto e dalle leggi in vigore.

L’esperienza posta in essere ha prodotto dei risultati estremamente interessanti da molti punti di vista fra cui:
1. L’aggregazione di 63 aziende ai fini di una politica di sviluppo ecocompatibile, condivisa, di elevata qualità.
2. La collaborazione fra il mondo della ricerca, nelle sue varie declinazioni (Dipartimenti di Economia, di Scienze Agrarie e di Scienze Alimentari),l’imprenditoria privata ed il Distretto. Da qui la produzione di sementi certificata e l’assunzione di disciplinari di produzione, nonché la tracciabilità dei prodotti.
L’esperienza è non soltanto replicabile ma costituisce un vero e proprio esempio di collaborazione trasversale tra diversi soggetti pubblici e privati, volto a creare le condizioni per uno sviluppo sostenibile di altri prodotti. Naturalmente le definizioni dell’intera filiera è destinata a portare, come risultato, anche un incremento nella forza lavoro specializzata.L’intera esperienza costituisce un vero e proprio “format” assolutamente replicabile

Le iniziative per promuovere questi prodotti sono state nel tempo:
1. La diffusione di prodotti snack dell’Offelleria Tacchinardi sui treni ad alta velocità della compagnia ITALO.
2. Expo days, 30/4 – 05/05 2012 la terra incontra la scienza presso Palazzo Moriggia a Milano
3. Partecipazione al Concorso indetto dal FOSAN 2014 per il quale si è vinto il 2° e il 3° premio
È in corso di definizione una campagna per replicare il format in altri territori, con particolare riguardo ai prodotti tipici delle varie regioni italiane.

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Brochure "la terra incontra la scienza" Partecipazione EXPO DAYS 2012
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Programma Expo Days Programma evento
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Volantino divulgativo Volantino divulgativo del prodotto "Cuore d'Artista"