loading

From cocaine producers to Fairtrade and Organic farmers

Luogo : peru, South America
Socio-economic dynamics and global markets Socio-economic dynamics and global markets
Budget totale: € 0,00 | Periodo: Da gennaio 1994 A

Sintesi

La Cooperativa Norandino da vent’anni supporta gli agricoltori del Nord del Perù nel processo di conversione dalla coltivazione di cocaina a quella di cacao, caffè e zucchero di canna. Per poter raggiungere questo obiettivo, fin dall’inizio Norandino ha ritenuto fondamentale assicurare ai propri coltivatori condizioni economiche adeguate e uno sviluppo sostenibile sia sociale che ambientale.  Ha scelto quindi la certificazione Fairtrade e quella biologica per garantire uno sviluppo economico sufficiente a soddisfare i loro bisogni fondamentali, l’accesso al cibo, sviluppo sociale delle comunità locali e sviluppo ambientale sostenibile. La collaborazione con Cooperativa Sin Fronteras, Alce Nero e Fairtrade Italia ha permesso di raggiungere le condizioni necessarie per sviluppare il mercato di cacao, caffè e zucchero di canna in Europa coinvolgendo in questo modo un numero sempre maggiore di coltivatori in Perù. 

Partnership

Fairtrade Italy - Italia

Candidato guida

Siamo un’organizzazione globale che attraverso il Marchio di Certificazione FAIRTRADE, si propone di garantire migliori condizioni di vita per i produttori dei Paesi in via di sviluppo. Immaginiamo un mondo nel quale tutti i produttori possano vivere e lavorare in modo sicuro e sostenibile, realizzare le proprie potenzialità e decidere del proprio futuro. La nostra aspirazione è trasformare il commercio globale promuovendo condizioni di scambio più eque. Per realizzare questo obiettivo, Fairtrade si pone come punto di riferimento per lo sviluppo sostenibile, con una portata e una profondità di azione superiori a quelle di qualsiasi altro programma di certificazione etica.

Alce Nero - Italia

Partner dell'iniziativa

PRODUZIONE , TRASFORMAZIONE , LAVORAZIONE E COMMERCIALIZZAZIONE ANCHE AL MINUTO DI PRODOTTI ALIMENTARI, IN PARTICOLARE - MA NON SOLO - PROVENIENTI DALL'AGRICOLTURA BIOLOGICA COME ATTUALMENTE DEFINITA DAL REG. CEE 2092/91 E SUCCESSIVE INTEGRAZIONI E MODIFICAZIONI.

COOPERATIVA AGRARIA NORANDINO LTDA - Perù

Partner dell'iniziativa

Cooperativa Agraria Norandino Ltda (Norandino) is a cooperative active in the processing, commercialization and export of coffee, cocoa and panela. Norandino took over the activities of an earlier cooperative, CEPICAFE, on 1 January 2013. Norandino operates in several departments across Peru. It assists its members, small-scale agricultural producers, in all stages of the production process. By way of example, for the earlier stages it offers loans in kind, (fertilizer for instance). For the harvest stage, it offers loans as advances to enable the farmers to carry out harvesting activities. It has a large processing facility in Piura, which it uses to process its members' coffee, but which it also offers to many other organizations for their use. Very importantly, it assists its members with marketing, helping them with various certification schemes, so that they can access the organic, fair trade, specialty and sustainable international markets. It also offers training, and has held an 'alternative tourism' project in the small town of Montero as a means of responsible tourism, with producers and other local people acting as guides. This model of tourism supports social projects, such as women's weaving associations, and ecological projects such as reforestation.

COOPERATIVA SIN FRONTERAS S.C. - Costa Rica

Partner dell'iniziativa

Organizzazione senza scopo di lucro che promuove lo sviluppo, la crescita e l’integrazione di aziende agricole di piccoli e medi produttori, basata sulla partecipazione democratica secondo i principi definiti da FLO, in grado di garantire qualità e Sviluppo sostenibile, proteggere e valorizzare il territorio e i prodotti che da esso provengono.

La cooperativa Norandino (ex Coop.CEPICAFE), situata a Piura, nel Nord del Perù, nasce nel 2005 e oggi raccoglie più di 7000 coltivatori di caffè, zucchero di canna e cacao. Norandino fa parte di una cooperativa internazionale, Sin Fronteras, che ha come obiettivo principale il miglioramento della produzione e lo sviluppo dei mercati locali e internazionali grazie anche alla collaborazione con Alce Nero. Norandino si batte quotidianamente per eliminare la coltivazione di piante di cocaina dal territorio impegnandosi ad aiutare gli agricoltori nei processi di conversione agricola. Inoltre, grazie alla certificazione Fairtrade, assicura ai propri membri uno sviluppo sociale ed economico e tutela l’ambiente. Il sistema Fairtrade garantendo uno sviluppo economico assicura una maggiore accessibilità al cibo e il miglioramento delle condizioni di vita. Inoltre la certificazione biologica garantisce la riqualificazione di un territorio distrutto dalla coltivazione delle foglie di coca.

La cooperativa Norandino avendo scelto la certificazione Fairtrade, quella biologica e di commercializzare i propri prodotti con Cooperativa Sin Fronteras, è un esempio di innovazione sotto il profilo economico, sociale, culturale, ambientale e politico. Questa scelta permette di assicurare alle comunità locali uno sviluppo sostenibile dal punto di vista economico, sociale ed ambientale allo stesso tempo. L’innovazione è quindi rappresentata dall’aver implementato tre diversi strumenti di  sviluppo che assieme assicurano la sostenibilità delle comunità locali e del territorio. Nello specifico, aiutando le conversioni verso mercati legali, viene assicurata la possibilità di sviluppo economico che permette il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro grazie alla certificazione Fairtrade. La relazione con coop Sin Fronteras e Alce Nero favorisce l’accesso al mercato. La certificazione biologica, assicura la tutela del territorio fortemente deturpato.

un coltivatore di cacao e caffè In questa immagine vediamo un agricoltore nel proprio campo che indossa una maglietta con il marchio di certificazione Fairtrade. Anche il cotone utilizzato per realizzare la maglietta è certificato Fairtrade.
../file-system/small/page ../file-system/small/page Intervista a Santiago Paz In questo documento Santiago Paz descrive i benefici economici, sociali ed ambientali per i membri della Cooperativa Norandino grazie alla certificazione Fairtrade e biologica e alla collaborazione con Alce Nero e Cooperativa Sin Fronteras

Le Regioni del Nord del Perù sono ad oggi, con il 60% della produzione, le aree di maggior coltivazione di piante di cocaina nel Mondo. Mentre in passato la produzione di coca era orientata a soddisfare la domanda interna proveniente dalla cultura tradizionale dei “cocaleros”, dagli anni ’70 i Narcotrafficanti iniziarono la produzione nelle Regioni del Nord, viste le perfette condizioni climatiche e la cultura tradizionale che non ostacolava questo tipo di piantagione. Questa coltivazione si è sostituito alle produzioni locali di zucchero, caffè e cacao in quanto le continue oscillazioni dei prezzi di mercato, da una parte, e lo sfruttamento da parte di molti importatori, dall’altra, non permetteva agli agricoltori di soddisfare i propri bisogni fondamentali tra cui l’accesso al cibo. Quindi, la necessità di sopravvivenza degli agricoltori li ha spinti a coltivare le piante di cocaina e progressivamente nella Regione si sono diffusi violenza e inquinamento ambientale.

../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf La coltivazione di Cocaina in Perù In questa presentazione, nella seconda, parte si trovano dati importati sulla coltivazione di cocaina in Perù e sull'impatto che questa ha nel territorio.

I risultati dall’esperienza della cooperativa Norandino si riscontrano sotto diversi profili. Noradino è in continua crescita. Nelle tabelle del documento allegato sono riportai i dati relativi allo sviluppo della Cooperativa dal 1993 al 2013 (tabella 1), la crescita delle vendite complessive (tabella 2) e dei singoli prodotti (tabella 3) negli ultimi tre anni. Le produzioni illecite invece, si muovono in maniera inversamente proporzionale, diminuendo costantemente come indicato nei grafici. Negli anni si sono realizzati diversi progetti sanitari, di educazione e miglioramento della produzione grazie al Fairtrade premium.

La realizzazione del nuovo magazzino In questa immagine possiamo vedere i lavori per la realizzazione del nuovo magazzino per lo stoccaggio del cacao. Avere strutture idonee è fondamentale per offrire al mercato prodotti di qualità.
Lo zucchero di canna confezionato In questa foto possiamo vedere un esempio di prodotti realizzati dalla Cooperativa Norandino pronti per essere commercializzati in Europa.
../file-system/small/docx ../file-system/small/docx I dati di crescita di Norandino Nelle tabelle sono indicati i dati di crescita dell'associazione, del marcato internazionale. I grafici dimostrano come la coltivazione di piante di cocaina è progressivamente diminuita.

La cooperativa Norandino conta 3.371 membri raggruppati in più di 80 cooperative (551 donne e 2.820 uomini) e rappresenta oramai 7.000 coltivatori. Grazie alla certificazione Fairtrade e biologica, alla cooperativa Sin Fronteras e agli investimenti effettuati da Alce Nero, hanno migliorato le loro condizioni di vita e quelle delle comunità. I coltivatori hanno avuto la possibilità di abbondonare la coltivazione delle piante di cocaina. Il sistema Fairtrade assicura un reddito che permette l’accesso al cibo e la soddisfazione di altri bisogni fondamentali. Inoltre, grazie al Fairtrade premium, sono stati implementati progetti sociali. Attraverso la certificazione biologica, i membri di Norandino implementano sistemi di coltivazione che assicurano uno sviluppo sostenibile. Cooperativa Sin Fronteras permette a Norandino di sviluppare il mercato internazionale a condizioni eque. Gli  investimenti in beni immobili effettuati da Alce Nero garantiscono la produttività e la qualità.

L'assemblea dei soci di Norandino La foto riprende alcuni degli agricoltori presenti all’assemblea dei soci della cooperativa. Questi momenti sono fondamentali per lo sviluppo sociale delle comunità e degli agricoltori stessi.
Una donna all’Assemblea dei soci In questa foto vediamo che una donna ha preso la parola durante l’assemblea dei soci di Norandino. Grazie al lavoro della cooperativa le donne hanno anche loro un ruolo nel processo produttivo.
Una donna che cucina Questa foto rappresenta una donna che cucina il pranzo nella propria cucina. Grazie al Fairtrade ha la possibilità di cucinare per lei e la propria famiglia.
Fairtrade in practice In questo video possiamo vedere i benefici del sistema Fairtrade per gli agricoltori di Cepicafè
../file-system/small/pdf ../file-system/small/pdf Intervista ad un coltivatore In questo documento è riportata l'intervista ad un membro di Norandino e racconta di come la sua vita è cambiata grazie al Fairtrade, a Cooperativa Sin Fronteras, ad Alce Nero e all'agricoltura biologica

La cooperativa Norandino rappresenta i piccoli produttori di tre cooperative presenti nel territorio nel Nord del Perù: Cepicafe di Piura, Cenfrocafe di Cajamarca e Oro Verde di San Martin. Ad oggi coinvolge dirigenti, funzionari amministrativi, organizzazioni locali e 7.578 soci delle cooperative. La cooperativa ha un consiglio di amministrazione presieduto dal presidente, affiancato da vice presidente e segretariato. Ha un dipartimento dedicato all’educazione e alla formazione tecnica delle cooperative e dei soci (a partire dal 2013) che si occupa di pianificare, eseguire e controllare i progetti in essere. È dotata di un istituto di vigilanza incaricato di verificare e fiscalizzare le cooperative che aiuta le cooperative socie a orientarsi nelle politiche nazionali sul credito. È presente infine un comitato elettivo che garantisce la rappresentanza delle cooperative associate all’interno della cooperativa madre. 

../file-system/small/docx ../file-system/small/docx Organigramma di Norandino nel documento è possibile vedere l'organigramma della Cooperativa Norandino

Il principale ostacolo incontrato dalla cooperativa Norandino è di tipo culturale. La coltivazione di foglie di coca è una secolare tradizione nelle popolazioni andine ed è fortemente radicata nella cultura degli abitanti di queste aree. Dopo anni di coltivazione delle piante di cocaina, le conoscenze della coltura di altri prodotti è molto limitata e questo induce gli agricoltori a continuare in questa produzione, diventata negli ultimi decenni prima fonte di reddito dei narcotrafficanti. La conversione alla produzione di cacao, zucchero e caffè è stata ed è tutt’ora particolarmente difficile per queste condizioni culturali. Questa difficoltà è stata superata grazie alla scelta di entrare nel sistema Fairtrade, di seguire l’agricoltura biologica e di essere uno dei membri della cooperativa Sin Fronteras. Scelta che, fin dall’inizio, ha portato risultati reali e ben visibili alle comunità locali, facilitando quindi il processo di conversione.

La cooperativa Norandino tutela l’ambiente in tre aspetti principali: riduzione dell’inquinamento, tutela e promozione delle biodiversità e diversificazione delle produzioni. L’agricoltura biologica tutela il territorio perché non utilizza sostanze chimiche, ma materiale organico  per aiutare le coltivazioni. Terreni e falde vengono protetti, così come l’aria che viene respirata dagli agricoltori. La biodiversità viene tutelata attraverso un progetto di Slow Food che coinvolge la cooperativa nella creazione di un presidio sullo zucchero di canna integrale “Panela”. La diversificazione delle produzioni invece permette di reintegrare le proprietà fisiche e chimiche del terreno attraverso diverse colture che, oltre a tutelare il territorio, garantiscono sopravvivenza alle famiglie di agricoltori. Questi aspetti contribuiscono a ridurre gli effetti del cambiamento climatico in una Regione dove gli agricoltori di caffè, cacao e canna da zucchero sono fortemente colpiti da questo fenomeno.

Un coltivatore e la sua terra In questa foto vediamo un momento di formazione durante un corso sull’agricoltura biologica e di come si studia le caratteristiche del terreno.

L’esperienza di Norandino rappresenta un esempio di sostenibilità nel tempo dal punto di vista sociale, economico ed ambientale. Gli standards Fairtrade assicurano agli agricoltori un reddito per soddisfare i loro bisogni fondamentali in primis l’accesso al cibo. Cacao, caffè e zucchero di canna sono venduti in diversi Paesi a condizioni eque e il continuo sviluppo del mercato assicura uno sviluppo economico. Gli standards Fairtarde che prevedono il rispetto dei diritti dei lavoratori e il fairtrade premium assicurano uno sviluppo sociale per i coltivatori e i loro famigliari . La sostenibilità ambientale è data dalla certificazione biologica. L’esperienza di Norandino è già stata duplicata in altri Paesi (Costa Rica, Guatemala, Italia) e grazie al coinvolgimento di partner internazionali questo sistema di sviluppo potrà coinvolgere sempre più coltivatori nel Mondo assicurando loro uno sviluppo sostenibile nella sua accezione più ampia: economico, sociale ed ambientale.

Lo stand di Norandino In questa foto vediamo uno stand di Norandino durante una fiera internazionale. Questo permette di far conoscere i prodotti e sviluppare il mercato.

Sia per coinvolgere sempre più agricoltori che per continuare a sviluppare il mercato dei prodotti certificati Fairtrade, di fondamentale importanza è l’attività di comunicazione in loco e a livello internazionale. La cooperativa Norandino si occupa quotidianamente della narrazione di ciò che avviene nel territorio. Si diffondono informazioni sulle iniziative agricole del territorio e su eventi legati alle produzioni; vengono inoltre raccontate le esperienze di agricoltori impegnati nelle produzioni legali e sostenibili. Nei Paesi in cui i prodotti sono venduti, di fondamentale importanza è l’attività svolta dai membri di Fairtrade International e dai diversi  distributori dei prodotti di Norandino . In particolare in Italia sia Alce Nero che Fairtrade Italia raccontano, attraverso i propri mezzi di comunicazione, l’esperienza di Norandino. Così facendo i consumatori possono vedere come un loro semplice gesto, l’acquisto di un prodotto,  possa cambiare le condizioni di vita in Perù.

La testimonianza diretta di Santiago La pez di Cepicafè Santiago la Pez durante una conferenza sul Fairtrade descrive i benefici della certificazione del commercio equo e di come i consumatori possono contribuire a migliorare le condizioni di vita degli agricoltori del Nord del Perù.
Visita di uno chef francese a Cepicafè Nel video vediamo il viaggio di uno chef francese alla scoperta delle origine del cacao. Visite come questa sono importanti per continuare a migliorare la qualità del cacao.
../file-system/small/docx ../file-system/small/docx Evento sull'esperienza della cooperativa Norandino In questo documento troviamo il programma di un evento realizzato in Italia da Alce Nero per far conoscere direttamente ai consumatori la realtà della cooperativa Norandino e di come la vita dei coltivatori è cambiata
../file-system/small/docx ../file-system/small/docx Norandino promuove la propria esperienza Durante questo evento Norandino voleva far conoscere la propria realtà ai coltivatori non ancora membri della Cooperativa
../file-system/small/docx ../file-system/small/docx la comunicazione dei partners Nei siti indicati nel documento è possibile vedere l'attività di Norandino, Alce Nero e Fairtrade Italia per promuovere l'esperienza della cooperativa stessa